CAMPI FLEGREI/ Nasce il comitato “Pozzuoli Sicura”

178 0

di Eva Martino
POZZUOLI – Ambiente, tutela, trasparenza, dialogo con le istituzioni: questi alcuni dei presupposti all’origine del neo comitato “Pozzuoli sicura”.
La città di Pozzuoli, l’antica Puteoli, la vecchia Dicearchia, ha tantissime risorse archeologiche, ambientali, naturali. Tra queste possiamo annoverare anche il bradisismo, un fenomeno naturale che negli ultimi 54 anni ha provocato non poche preoccupazione a seguito del sollevamento del suolo, con l’evacuazione del Rione Terra il 2 marzo 1970 e della cosiddetta “zona A” nel 1983. Negli anni successivi ci sono stati interventi con fondi pubblici, ma sarebbero stati necessari altri più importanti, come l’alleggerimento del patrimonio abitativo, le vie di fuga, continue esercitazioni delle popolazioni, ma al di là della nascita di Monterusciello con oltre 20.000 alloggi, poco o nulla è stato fatto.

TREMA LA TERRA – Nel 2011 si è ripresentato il fenomeno con leggero sollevamento del suolo e qualche scossa di magnitudo molto bassa, quasi sempre non avvertite dalla popolazione. Con il passar degli anni il sollevamento è aumentato e si è stabilizzato su circa 10 mm al mese. A seguito del sollevamento sono nate nuove spiagge da via Napoli, al porto, con qualche problema anche per l’attracco delle navi, con la darsena quasi prosciugata e con scosse anche di diversa magnitudo ed avvertite dalla popolazione, nella quale sono nati sentimenti di paura e di preoccupazione.

LE AZIONI GOVERNATIVE – L’Amministrazione Comunale lo scorso anno ha impegnato il Governo ad assumere concrete iniziative. Il 12 ottobre 2023 fu approvato il decreto legge n. 140, convertito in legge n. 183 del 7 dicembre 2023, che ha stanziato 50,2 milioni di euro per alcuni interventi come l’aggiornamento del piano di evacuazione, esercitazioni ed informazioni dei cittadini a partire dalle scuole, vie di fuga, ma soprattutto per la verifica della vulnerabilità circa 16000 fabbricati privati ricadenti nella zona individuata dalla Commissione Grandi Rischi. I puteolani in quest’ultimo periodo hanno lamentato la scarsa ed a volte confusa informazione sul fenomeno da parte del mondo scientifico, ma la preoccupazione riguardava soprattutto la tenuta dei fabbricati alle molteplici sollecitazioni con scosse.

INCONTRO TRA IL COMITATO E GLI ENTI – Pertanto alcuni cittadini, su proposta del presidente dell’Osservatorio per la tutela dell’ambiente e della salute, Ciro Di Francia, si sono riuniti nell’Anfiteatro Flavio, il 4 febbraio, e decisero di costituirsi in Comitato “Pozzuoli Sicura”, di nominare portavoce il promotore dell’iniziativa, che fu incaricato di inviare una pec al Prefetto ed al Sindaco per concretizzare quanto previsto nella legge approvata. Durante un incontro con l’assessore alle Politiche del Territorio, Giacomo Bandiera e la delegazione costituita dal portavoce Ciro Di Francia, Ettore Giampaolo, Giovanna Di Francia e Umberto Mercurio, furono approfonditi gli elementi più importanti della legge sui Campi Flegrei, ma la maggiore attenzione fu dedicata alla verifica della vulnerabilità dei fabbricati. Per trasmettere un poco di serenità ai cittadini, in particolare anziani e disabili.

INFORMARE I CITTADINI – Attraverso l’affissione di un manifesto in questi giorni, la popolazione sarà informata sull’inizio delle verifiche, presumibilmente a partire da lunedì 25 marzo e durerà un anno. Sono interessati i fabbricati del centro storico di Pozzuoli, della periferia di Bacoli e di Napoli. Nessuno potrà mai sostenere cosa succederà alla fine delle verifiche. In ogni caso sarà necessaria una nuova legge ed in base ai risultati si potranno fare scelte, ma non è scontato che gli interventi saranno a carico dello Stato.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.