Napoli,il comandante provinciale dei carabinieri Marco Minicucci: ‘Più dialogo tra cittadini e forze dell’ordine’

628 0
DSC01365
il Comandante Marco Minicucci con dati alla mano

 

NAPOLI – I dati sono stati presentati dal comandante Marco Minicucci durante la conferenza stampa di fine anno con la stampa che ha lanciato subito anche un appello ai napoletani: «Non acquistate botti illegali e tra stasera e domani si intensificheranno i controlli sul territorio; c’è un dato confortante – spiega il comandante Minucucci – è quello del calo del 32% degli omicidi in tutta la provincia. Dei 43 omicidi commessi 27 sono legati al mondo camorristico, e 10 sono attinenti a dissidi familiari, 5 di questi ultimi sono violenza contro le donne, ovvero femminicidio,un bilancio più che positivo e speriamo – conclude – nel 2014 di avere lo stesso risultato».

OMICIDI – 43 gli omicidi commessi (in calo rispetto ai 63 dello scorso anno)di cui 27 di camorra(40 nel 2012),23 nel capoluogo e 4 in provincia. Il dato fotografa le aree di lotta tra clan e quelle in cui emergono conflittualità interne. Tra gli arresti eccellenti c’è quello di Salvatore Baldassarre,affiliato al clan”Abete-Abbinante-Notturno” perchè ritenuto responsabile dell’omicidio aggravato di Romano Pasquale ,ucciso per errore di persona a napoli,il 15 Ottobre 2012,con 14 colpi di pistola.

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA – A Napoli e provincia sono censiti circa ottanta clan camorristici,tra sodalizi storici di consistente composizione e gruppi nati da scissioni interne. Arrestati 924 soggetti per reati associativi,affiliati a clan,di cui 653 con la specifica accusa di associazione di tipo mafioso; il sequestro di beni,per un valore complessivo di 260 milioni di euro; tra i 25 latitanti più pericolosi c’è Michele di nardo,reggente del clan “Mallardo” di Giugliano in campania; sequestro di oltre 3000 kg di stupefacente con l’arresto di 2140 persone e il squestro di 278 armi.

DSC01368
Durante l’incontro con la stampa

FURTI E RAPINE – Nel 2013 si registrano in Napoli e provincia complessivamente 8809 episodi delittuosi (8690 nel 2012),più della metà dei quali commessi nel solo capoluogo(4729 nel 2013-circa 500 in meno nel 2012). Arrestate oltre 1700 persone (985 per furto e 728 per rapina) e denunciate 1285.

RACKET – L’attività di contrasto svolta dai carabinieri ha consentito di arrestare complessivamente 305 persone e denunciarne 132 in stato di libertà. Spesso i militri dell’arma si sono avvalsi della collaborazione delle locali associazioni antiracket e antiusura.

MINORI – Uno dei principali segnali di allarme sociale è costituito dalle bande giovanili, a volte espressione del degrado socio culturale,che per la maggiro parte trova sfogo anche in atti vandalici prevalentemente a danno di istituti scolastici e pubblici edifici. I risultati si sono concretizzati controllando 56 istituti scolastici – rilevando 9 minori assenti e deferiti in libertà 11 genitori.

STALKING E FEMMINICIDIO –  Emerge purtroppo la stringente attualità delle varie forme di violenza contro le donne: maltrattamenti in famiglia,atti persecutori,violenze sessuali,ecc. Su 5 omicidi riconducibili al fenomeno sono state arrestate 3 presunti responsabili di altrettanti delitti,tutti consumati in ambito familiare.

DSC01382
Brindisi finale e consueti auguri

REATI CONNESSI CON IL CICLO DEI RIFIUTI – Al riguardo,sono stati denunciati 106 soggetti e sequestrate 26 discariche abusive o siti di smaltimento illegali di rifiuti,tra i quali un terreno agricoli di circa 20.000 metri quadrati a Qualiano e un’area di 30.000 metri quadrati a Caivano.

ABUSIVISMO COMMERCIALE – CONTROLLO CIRCOLAZIONE STRADALE – L’abusivismo commerciale ha il suo massimo reddito sullo smercio di prodotti contraffatti o commercializzati abusivamente; eseguiti 224 sequestri penali e 30 amministrativi di varie merci contraffatte,per un valore di oltre 328.000 euro; arrestati 47 soggetti e denunciate 103 persone. Sull’attività della circolazione stradale; purtroppo anche taxi e autobus erano sprovvisti di copertura assicurative: sequestrate 32 polizze,16 ambulanze,18 taxi e 20 veicoli di trasporto scolastico.

VENDITA DI MATERIALE ESPLODENTE –  Solo nelle ultime settimane sono state sequestrate oltre 5 tonnellate di “botti” illegali,arrestate 18persone e denunciate a piede libero 14. Tra gli ultimi sequestri importanti c’è l’operazione di  Pomigliano d’arco in cui sono stati trovati 2,5 tonnellate in un seminterrato di una pizzeria della zona.

Vincenzo Vinciguerra

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.