NAPOLI/ A Piazza del Gesù corteo studentesco: “Uniti e inflessibili contro riforma della scuola e Jobs act”

491 0

di Marco Coppola

[portfolio_slideshow]

NAPOLI – È stato convocato per venerdì mattina a Piazza del Gesù il corteo studentesco contro la riforma scolastica e il Jobs act del governo Renzi. Dopo le oltre diecimila persone del dieci ottobre studenti e lavoratori mirano quindi a riempire nuovamente le strade cittadine per opporsi al modello renziano di riforma dei settori specifici. In particolare la rete studentesca sta sottolineando quale sia la dinamica di fondo della costruzione sociale che il segretario del Pd sta mettendo in piedi; in particolare lo spacchettamento di diritti di studenti, futuri lavoratori e lavoratori attuali. Non c’è quindi soluzione di continuità nell’opposizione alle politiche del terzo governo nazionale consecutivo non passato dalle urne della volontà popolare.

I CONTENUTI DELLA PROTESTA – Nel chiamare alla partecipazione al corteo gli studenti napoletani ricordano: «nel progetto della “Buona Scuola” renziana non c’è posto per il Diritto allo Studio (si parla di ulteriori tagli previsti dal Documento Economico e Finanziario del Governo) né per un’edilizia scolastica seria né per la stabilizzazione che spetterebbe a migliaia di precari della scuola che aspettano da anni il “miracolo” delle assunzioni – poi sulla riforma del lavoro – dall’altra parte, la Riforma del Lavoro è quella che ci viene indicata come l’unica via d’uscita dalla crisi, quella che “ci chiede l’Europa”, quella che “ci chiede Confindustria”, quella che risponde alle esigenze e alle domande poste dal “paese reale”».

 UNA GIORNATA DI LOTTA – Aspre quindi le critiche dei soggetti colpiti dalle riforme romane che affermano: «Rispediamo al mittente l’assurda la retorica che vuole i nostri interessi, quelli dei giovani precari, contrapposti a quelli dei vecchi lavoratori troppo garantiti per troppo tempo. Proviamo a ricomporre il fronte a cui è diretta questa offensiva, che è estremamente composito e frammentato, eppure tutt’altro che sopito, come hanno dimostrato le mobilitazioni delle ultime settimane in tutta Italia, tra cortei (come quello dello scorso 10 ottobre che qui a Napoli ha portato decine di migliaia di persone in piazza), picchetti, scioperi, volantinaggi». Sono questi quindi gli obiettivi che animeranno la manifestazione del 24 ottobre, giorno dello sciopero nazionale del Sindacalismo di Base; giornata in cui gli studenti scenderanno in piazza insieme ai lavoratori dell’Usb, per dare un segnale di opposizione netta a questo governo e alle sue politiche, per riprendersi la parola e rivendicare un potere decisionale annullato dall’esecutivo renziano.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.