Quel pasticciaccio del Napoli Basket

2123 0

Sembra una maledizione, anzi è una maledizione ma Napoli è destinata a non avere una squadra di basket. Eppure la città ha sempre mostrato entusiasmo e grande interesse nei confronti di questo sport fin dai tempi in cui l’unica palestra era quella dei “Cavalli di bronzo” e lo sport era la “pallacanestro”. Tempi eroici della Partenope di Amedeo Salerno e degli aficionados stretti sulle atipiche panche degli spalti. Poi, gli sponsor e i tempi felici della Fides negli anni ‘70 – una Coppa delle coppe vinta e uno scudetto sfiorato – con il “Mario Argento” (palazzetto degno di tale nome) affollato negli oltre novemila posti di cui era capace. Il Napoli basket di Nicola De Piano (anni ’80 – ’90) è stata l’ultima società capace di portare al palasport flegreo un pubblico degno di questo nome. La “caduta” di De Piano trascinò con sè anche la società sportiva e il “Mario Argento”, ora ridotto ad un rudere, simbolo di un’epoca che fu. Da allora solo tentativi di riportare il basket a Napoli, tutti sistematicamente falliti dopo pochissimo tempo, quasi che gli imprenditori interessati volessero subito l’uovo invece della gallina. Anche questa volta, dopo la fusione con il Sant’Antimo e il trasferimento del titolo a Napoli, dopo i primi fuochi di paglia si è consumato il solito “teatrino”. Trentatremila euro di tasse non pagati alla Federazione e la solita, quanto sollecita, mannaia dell’esclusione dal campionato di A2 appena iniziato. Entusiasmi nuovi, guai vecchi ma sempre la stessa superficialità e, oseremmo dire irresponsabilità, di chi ha illuso e poi disilluso per l’ennesima volta tanti appassionati. La formazione del Napoli peima dell'inizio del campionato di LegadueOra si riaccende la speranza di riammissione perché l’imprenditore napoletano Maurizio Balbi ha pagato il debito e si spera che la federazione riveda le sue posizioni su una più equa ammenda. Intanto, chi ha potuto ha fatto subito le valige e così Maurizio Bartocci ha colto al volo l’occasione prospettatagli da Scafati ed ha lasciato la guida tecnica; qualche giocatore farà altrettanto. Insomma, un’altra brutta figura e l’immagine dello sport napoletano macchiato indelebilmente.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.