NAPOLI/ Il pino del Monastero di Santa Chiara, un caso di studio internazionale – LE FOTO

661 0

[slideshow_deploy id=’46753′]

NAPOLI – «Nel chiostro di Santa Chiara di Napoli c’è un pino che è diventato un caso di studio internazionale perché, analizzandolo per verificarne la stabilità, visto che è a ridosso delle strutture del monastero, è emerso che è radicato direttamente sulle rovine greche che ci sono nel sottosuolo del chiostro stesso».
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, questa mattina, ha partecipato al convegno “Il pino del Chiostro di Santa Chiara. Un caso di studio” promosso dal Collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati della Provincia di Napoli.

NON E’ NECESSARIO ABBATTERLO – «Nel corso del convegno, Domenico Cascone, il perito agrario che segue la crescita e la salute del pino da oltre cinque anni, ha spiegato che il pino si è integrato perfettamente con le strutture esistenti e quindi, a differenza di quel che accade in altre occasioni, non è necessario abbatterlo per salvaguardare le costruzioni intorno perché non costituisce alcun pericolo» ha precisato Borrelli aggiungendo che “il pino ha circa settant’anni perché è stato piantato nel secondo dopoguerra”.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.