Marocchino espulso dall’Italia: ex detenuto nel carcere di Secondigliano

Scritto da - 12 Ottobre 2017

Un cittadino marocchino 43enne è stato espulso oggi dal territorio nazionale per motivi di sicurezza nazionale. Lo fa sapere il Viminale spiegando che «era stato segnalato dal Dipartimento Affari Penitenziari in sede di Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (Casa) nel 2010, quando era detenuto, per reati contro la persona, presso la Casa Circondariale di Napoli

Terrorismo, raddoppiate le misure di sicurezza a Napoli

Scritto da - 19 Agosto 2017

L’ultimo attacco terroristico compiuto a Barcellona fa tornare altissimo il livello di attenzione sul fronte della sicurezza nazionale. Dalla riunione straordinaria del comitato di analisi strategica antiterrorismo convocata ieri al Viminale il ministro dell’Interno Marco Minniti ha chiesto di «tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza a protezione degli

«Non sono un terrorista, non so nulla di terrorismo e neppure di documenti falsi»: si difende l’algerino arrestato dalla magistratura belga

Scritto da - 29 Marzo 2016

  SALERNO – E’ quanto ha ripetuto a chi ha potuto avvicinarlo nel carcere salernitano di Fuorni l’algerino Djamal Eddine Ouali, arrestato sabato scorso dalla polizia a Bellizzi (Salerno) in esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso dalla magistratura belga. L’algerino – che oltre, a dirsi innocente, è rimasto quasi sempre in silenzio dal

In Campania è caccia alle moschee illegali: Napoli e Caserta ad alto rischio

Scritto da - 24 Marzo 2016

Qui il terrorismo rappresenta una variabile impazzita: in Campania, secondo i rapporti dell’intelligence, non esiste un elevato pericolo di attentati sul posto, ma l’altissima percentuale di immigrati in zona, spesso clandestini, crea le condizioni perfette per l’arruolamento della «manovalanza» da impiegare per il jihad. Lo dimostra anche l’operazione della Digos dell’altro ieri a Sorrento che

Terroristi: “Attaccheremo Napoli” – Guarda il video dell’annuncio

Scritto da - 8 Gennaio 2016

NAPOLI – Un nuovo video di Al Qaeda nel Maghreb islamico minaccia le città europee. «Colpiremo a Napoli… Roma… Madrid. Le esplosioni saranno ovunque», afferma un combattente, secondo quanto riferisce su Twitter Rita Katz, la direttrice del Site. Mercoledì il sito di monitoraggio del jihadismo online aveva riferito di un nuovo filmato dell’Aqmi in cui

Terrorismo, Cardinale Sepe «Preoccupazione sì ma paura no» e il Giubileo si farà anche a Napoli

Scritto da - 17 Novembre 2015

NAPOLI –  Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, condivide il fatto che il Giubileo rappresenta un «luogo sensibile» ma avverte: «Questo non deve farci arretrare, faremmo il gioco loro». «Loro vogliono incutere paura, no, invece il Giubileo si farà anche qui a Napoli – dice- Ne ho parlato con il questore e con il

NAPOLI/ Associazioni e comitati domani in piazza in solidarietà con il popolo francese

Scritto da - 16 Novembre 2015

NAPOLI «Domani alle 18 al largo Berlinguer collettivi, associazioni, comitati, cittadini, saranno in piazza in solidarietá con il popolo francese e con tutti i popoli colpiti dal terrore, dalla miseria e dalla devastazione della guerra». Lo si apprende in una nota dal Collettivo Autonomo Universitario. “In un momento in cui si cerca di fomentare l’odio

LA DENUNCIA/ A Napoli “scompaiono” i vigili e i palazzi del potere restano senza sorveglianza – LE FOTO

Scritto da - 23 Gennaio 2015

[portfolio_slideshow] NAPOLI – «I palazzi del Governo si sa dovrebbero essere i primi ad essere vigilati a prescindere dal periodo storico e dalle fibrillazioni terroristiche che scuotono l’intero pianeta. Ma a Napoli cosa succede? Dopo decenni, il comandante della polizia Municipale decide di rimuovere la coppia di agenti di polizia municipale che presidiavano l’edificio lasciando scoperto

NAPOLI/ “Je suis Charlie”, flash mob davanti al Consolato francese per dire “no” al terrorismo – Ecco quando

Scritto da - 10 Gennaio 2015

di Violetta Luongo NAPOLI – Mentre la Francia vive momenti terribili, come ostaggi in casa propria, in lutto, alle prese tra allarmi e il terrore di altri attentati, dopo il massacro al settimanale satirico Charlie Hebdon, Napoli scende in piazza per solidarietà al popolo francese. Lunedì alle ore 11.30 dinanzi al Consolato Generale francese a

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.