Sold out al Teatro Politeama: Ovo incanta il pubblico – VIDEO e FOTO

977 0

 

di Christian Montagna
NAPOLI – Sessanta minuti di adrenalina allo stato puro, sfere emozionali in subbuglio, un contemporaneo come non si era mai visto in una Napoli sempre più aperta alle contaminazioni: ecco cosa rimane all’indomani dello spettacolo Ovo, coproduzione del Festival di Rovereto.
Pensato, partorito e curato interamente dal coreografo Marco Auggiero, lo spettacolo è stato presentato ieri sera al Teatro Politeama di Napoli, alle ore 21, dalla compagnia di danza “Labart Company” con una grande risposta da parte del pubblico.

LO SPETTACOLO – Ovo, come vita, come pelle; Ovo come ovulo, seme originario da cui si sviluppa l’essere umano perennemente minacciato dalle mutazioni. Ovo come arte, come spettacolo e denuncia. Una deviazione dal percorso transgenico che ha condotto il pubblico in un vortice di metafore e sinestesie.
Osservare la musica e ascoltare il gesto: questa la risultante sinestetica alla base del progetto della compagnia già vincitrice del primo premio coreografico del Festival Oriente e Occidente di Rovereto. L’identità del coreografo e il lavoro di sperimentazione eseguito in questi anni sul territorio partenopeo ha portato la compagnia a classificarsi tra le più importanti compagnie riconosciute anche dall’ “ Italian Cultural Institute”.
Un mastodontico “Ovo” avvolto in una penombra vermiglia apre il racconto; seguono accenti,ispirazioni, richiami mitologici, in un tripudio di battere e levare. Danza e teatro. Un’assonanza tra le due arti che mette in evidenza la forma “dialogica” che talvolta si genera. Danzatori che raccontano, esprimono, emozionano; movimenti a “canone” che rimbalzano sui muscoli, ora tesi, ora rilassati.
E’ arcaica e contemporanea al contempo: momenti di massima concitazione, pose plastiche e pulizia dei movimenti; floor work e prese aeree. L’ exploit delle anime danzanti , degni rappresentanti dell’arte tersicorea raggiunta in un finale lirico e comunicativo. Non manca nulla.

[slideshow_deploy id=’49558′]

LABART COMPANY – Sebbene sia sempre più difficile inserirsi nel panorama artistico nazionale, vista l’elevata competizione, Labart Company in qualche modo riesce sempre a far parlare di sè. Un cast d’eccezione che vanta le presenze di Giordana Carrese, e Valeria Di Lorenzo (assistenti alle coreografie), Annalisa Adiletta, Raffaele Iorio, Milena Pasquini, Giorgia Pirozzi, Camilla Minieri, Ivana Rotondo, Giorgia De Crescenzo, Giada Ballarin e Alessia Memoli. Direzione tecnica e scenografia di Simone Rinaldi e Myriam Altomonte.

STANDING OVATION – È una Napoli che cambia grazie al contributo dell’arte; una città che si appassiona all’arte in movimento, un pubblico che in un giorno infrasettimanale affolla la platea di uno dei più grandi teatri.
Affascinato e coinvolto dal clima emozionale, complici gli effetti speciali, pochi ma efficaci e il sapiente gioco di luci, il pubblico manifesta il suo consenso con applausi e standing ovation.
Chapeau.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.