NAPOLI/ “Scrivete sui social non sui monumenti”, al via la petizione contro la vendita di bombolette spray – ECCO DOVE FIRMARE

687 0
10735670_10205058059642881_227930950_n
Stop dei graffiti a Napoli

di Violetta Luongo
NAPOLI –
“Scrivete sui social non sui monumenti”, è l’appello del Comitato di Portosalvo, costantemente impegnato per la difesa del patrimonio storico, artistico e monumentale della città di Napoli. Comitato che ha rilanciato una petizione nazionale per la “messa al bando delle bombolette spray “ promossa dalla Associazione Nazionale Anti Graffiti. Napoli, come molte città italiane è presa di mira da vandali e graffitari che usano i monumenti storici della città come carta bianca su cui disegnare, scrivere o semplicemente deturbare. Non si ha il tempo di pulire una facciata che all’indomani è già imbrattata. Una lunga lotta che il comitato sta portando avanti da anni.

ECCO DOVE FIRMARE – Sulla piattaforma www.change.org, la petizione promossa dalle organizzazioni di volontariato che operano in difesa dei beni culturali in diverse città italiane. Oltre che al presidente Giorgio Napolitano, l’appello è rivolto al Cni e all’Unesco e ha come obiettivo per vietare la vendita di bombolette spray non biodegradabili ai minori di 18 anni, strumento essenziale all’opera distruttiva dei vandali. Napoli, come molte città italiana è presa di mira da vandali e graffitari che usano i monumenti storici della città come carta bianca su cui disegnare, scrivere o semplicemente sfregiare. Non si ha il tempo di pulire una facciata che all’indomani è già imbrattata e deturpata. Una lunga lotta che il comitato sta portando avanti da anni.

SFREGIATI E VANDALIZZATI – Il fenomeno dei graffiti selvaggi, che affligge in maniera assai grave anche la città di Napoli, farà quindi presto i conti con la petizione nazionale rivolta al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano per fronteggiare il problema dell’inquinamento grafico generato proprio dall’uso vandalico delle bombolette spray contro le superfici dei beni culturali. «Chiese, fontane, palazzi e monumenti storici di gran pregio risultano infatti sfregiati in tutta la città da violenti spruzzi di vernice “sparati da queste bombolette” per mano di minori o di scriteriati che sporcano qualunque cosa incontrano a colpi di inchiostro. Per questo motivo, anche alla luce degli ultimi episodi vandalici registrati al Plebiscito e in varie altre zone della città, ai danni dei monumenti e dei luoghi dell’arte, si confida nella buona riuscita dell’iniziativa e nel benevolo accoglimento di questa petizione da parte del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che si è sempre dimostrato molto sensibile alla difesa del Patrimonio e alla tutela dei Beni Culturali del nostro paese», scrivono in una nota dal comitato.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.