Napoli-Atalanta, Sportiello fa i miracoli ma Higuain lo castiga due volte

409 0

di Sandro Tacinelli
CALCIO – Vittoria netta che poteva essere ancora più larga, ma di fronte c’è Sportiello, portiere che conta di difendere un giorno i colori azzurri. Piove a dirotto per l’intera gara; dopo la vittoria della Roma a Genova, il Napoli non può commettere passi falsi, non può compromettere la seconda posizione conquistata sul campo. Proprio per questo Sarri propone subito l’avanti tutta. Iniziano col duettare Hamsik e Higuain: fanno le prove, infatti, al nono è già rete. Lo slovacco pesca GOLzalo in area che non sbaglia.
La partita si gioca su ritmi non molto elevati; il terreno di gioco per fortuna non crea molte difficoltà. Sarri schiera i titolarissimi e l’ex Reja si affida alla regia di Cigarini, alla spinta di Masiello e alla tenacia di Borriello, con Diamanti non proprio continuo. Insigne si muove bene e dopo aver impegnato il portiere bergamasco con un tiro da fuori, si ripete dopo una bella combinazione con il Pipita. I partenopei controllano senza eccessive difficoltà; gli ospiti pressano alla meglio e ripartono poche volte anche per l’attenta barriera di Allan e Jorginho a centrocampo e, più indietro, da Albiol e Koulibaly. Proprio Allan prova con un missile terra-aria che Sportiello devia in angolo. Poi, tocca a Higuain, ancora una volta fermato da un fuorigioco millimetrico e, infine, al Magnifico che tenta un’acrobazia che si perde fuori.

LA RIPRESA – La seconda parte della gara si apre con un’azione travolgente di Insigne che dribbla mezza difesa e serve Higuain che è anticipato; subito dopo l’argentino appoggia a Hamsik, ma Sportiello non si fa sorprendere. E’ un monologo. Reja non sa cosa inventarsi. Il Napoli domina pur non finalizzando come vorrebbe. Va al tiro Insigne e, subito dopo, Allan colpisce una traversa. Esce Insigne ed entra Mertens. Il furetto belga impiega una manciata di secondi e per poco non va in rete. Anche Callejon va vicino alla marcatura con un bel pallonetto; ma è Mertens, dopo un tunnel a Toloi, a sprecare una ghiotta opportunità. Non sciupa invece GOLzalo che di testa sfrutta una bella triangolazione con Callejon. Trentaduesima rete per l’argentino che, almeno per questo campionato, è stato fermato bene solo dal… Giudice Sportivo. Grande gioia sugli spalti, per l’occasione non molto affollati. Entrano anche El Kaddouri al posto di Callejon e Gabbiadini al posto del Pipita. Un piccolo calo di tensione e, su una ripartenza, l’Atalanta va in gol con un’autorete di Albiol, dopo una carambola abbastanza fortunosa per gli ospiti. Mancano pochi minuti. Borriello tenta di testa, ma il finale è tutto di Mertens che, in due minuti, va vicinissimo alla marcatura con due azioni molto applaudite. Il Napoli merita la vittoria e, la terza rete, non arriva per un miracolo di Sportiello che impatta la sfera calciata a botta sicura da El Kaddouri.
Finisce qui la gara. Ora bisogna pensare alla trasferta contro il Torino. Sarri saprà come concentrare la squadra e come chiedere quella continuità utile a conservare il posto in classifica. Il vantaggio sulla Roma non è trascurabile, ma va difeso se non incrementato.
Quanne chiove.
Napoli – Atalanta 2 – 1

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.