Clinicamente morto il 14enne di Marano colpito dai calcinacci della Galleria Umberto

439 0
20140707-233028-84628750.jpg
Ricoverato al Loreto Mare da sabato scorso, nel reparto di rianimazione

NAPOLI – Disperate le condizioni del quattordicenne travolto dal crollo di un cornicione staccatosi dalla Galleria Umberto I, lo sabato scorso. Gli ultimi elettroencefalogramma hanno evidenziato assenza di attività cerebrale. Lo rende noto il direttore generale della Asl Napoli 1 Centro, Ernesto Esposito. Il giovane è ricoverato presso l’Unità operativa complessa di Rianimazione e Anestesia.«Il paziente ricoverato presso l’unità operativa complessa di rianimazione del Loreto Mare è in stato di coma profondo areflessico e si attende che siano soddisfatte tutte le condizioni di legge previste per l’accertamento medico-legale». Nonostante tutti gli sforzi dei medici per cercare di recuperare una situazione disperata, il 14enne di Marano potrebbe non farcela.

CONTINUANO LE INDAGINI – Nel frattempo si lavora per individuare responsabili e per accertare le cause del cedimento del cornicione di marmo. L’inchiesta della Procura di Napoli punta anche a verificare l’esistenza di ordinanze o di indicazioni amministrative legate alla condizione dei cornicioni della Galleria, anche alla luce di alcuni episodi accaduti di recente. Le segnalazioni di crolli sono state numerose nel corso delle ultime settimane, tanto da rendere necessario il transennamento di una parte di via Verdi e di un’ala esterna alla Galleria, di fronte al teatro San Carlo. I Pm hanno aperto un fascicolo per omissioni e lesioni. E  acquisiti tutti gli atti riguardanti la struttura monumentale presso il Comune.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.