Bomba ecologica in via Don Bosco – LE FOTO

1011 0

“In via don Bosco c’è una vera e propria bomba ecologica che va disinnescata per evitare ulteriori inquinamenti dell’area e per avviare finalmente una riqualificazione di quella zona nevralgica che rappresenta anche un biglietto da visita per la città visto che è a ridosso dell’aeroporto di Capodichino”.
A lanciare l’allarme i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, che hanno raccolto la denuncia di alcuni residenti che lamentano “l’abbandono di quel che resta della fabbrica Redaelli e dei depositi di migliaia di auto e moto sequestrate abbandonati da anni tanto che l’erba ha ormai ricoperto molte di quelle carcasse”.
“Sulla Redaelli, qualche anno fa, è stato presentato un progetto di recupero che poi sembra essere finito nel dimenticatoio, ma non si può continuare a tenere quell’area in quello stato, anche per il rischio di incendi che sarebbero disastrosi se non presi per tempo” hanno aggiunto i Verdi per i quali “è necessario che si avvii un confronto con la proprietà per capire quali sono le reali intenzioni o intervenire in danno per mettere in sicurezza l’area”.
“Un percorso analogo va seguito anche per il deposito giudiziario dei mezzi che prima era gestito da una società che ha la sede proprio a ridosso dello stesso deposito dove è facile immaginare i danni ambientali che si stanno creando per la presenza di batterie, olii, carburanti e altri materiali pericolosi e inquinanti” hanno continuato Borrelli, Buono e Gaudini sottolineando che “la zona è circondata da abitazioni e c’è addirittura una sede dell’Asl nei dintorni”.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.