Un bando regionale per videosorvegliare Napoli

674 0

Le più recenti iniziative di settore in materia di videosorveglianza promosse dal Comune di Napoli sono state le telecamere installate grazie ai finanziamenti PON Sicurezza 2007-2013, sulla base di uno specifico programma per la nazionale sicurezza di alcune regioni a rischio (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia).

Ora anche la Regione Campania – Settore Provveditorato ed Economato è sceso in campo per continuare l’opera di rafforzamento contro la criminalità dilagante indicendo, in data 22 luglio 2013, un’importante gara pubblica di appalto finalizzato alla “Realizzazione di un sistema integrato di videosorveglianza territoriale in alcune zone della città di Napoli”, che sostenga il più possibile l’esigenza di una rete globale di sicurezza.

Secondo quanto previsto dal Decreto Dirigenziale n. 245 del 10 luglio 2013 approvato per l’Area Demanio e Patrimonio, Settore Ordine Pubblico e Sicurezza (pubblicata sul B.U.R.C.C n. 30 del 22 /07/2013), i partecipanti entro le ore 13:00 del 7 ottobre 2013 potranno inviare le loro proposte per l’impresa, il cui valore – come si legge dal documento – ammonta a circa un milione e trecento euro. I progetti saranno valutati in termini di punteggio e la vincita sarà aggiudicata secondo il criterio “dell’offerta economicamente più vantaggiosa”.

L’oggetto specifico dell’appalto è affidare la fornitura, l’installazione e la messa in funzione di un sistema integrato di videosorveglianza con telecamere collocate in punti critici del territorio, segnalati dal Comune. Sono state evidenziate “aree prioritarie” che necessitano quanto prima dell’installazione di una telecamera per la sicurezza urbana, rispettando vincoli paesaggistici e urbanistici. È ancora il centro storico a risultare “scoperto” e vittima di eventi pericolosi: tra le zone rosse sono segnalate le vie Anticaglia/Pisanelli, Sant’Anna dei Lombardi, alcuni tratti delle vie Tribunali , San Biagio dei Librai, Toledo e Largo Regina Coeli. Cala il livello di emergenza nella zona del Duomo e nelle aree Largo San Marcellino e  San Domenico Maggiore.

La città sarà dotata di specifiche telecamere richieste del tipo “brandeggiabili con completa visione a 360° e 180°”, “a colori DAY/NIGT” e panoramiche 360° implementate con switch, pali di sostegno nuovi o già esistenti, UPS e apparati di registrazione dei dati.

Questa gara è sicuramente un altro passo in avanti per la miglioria civile della città di Napoli. L’opera, che sarà finanziato con i FAS (Fondi europei per le aree sottoutilizzate), è stata concessione da parte dell’Unione Europea all’Autorità Regionale della Campania quale Amministratrice e Stazione Appaltante.

 

Giovanni Postiglione

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.