Tassa di soggiorno in aumento: i B&b protestano

669 0

A Napoli aumenterà la tassa di soggiorno: si pagheranno 50 centesimi in più a persona al giorno, per quanto riguarda il pernottamento in albergo, ed un euro in più a persona per o g n i n ot te t r a s c o r s a n e i Bad&breakfast. Una mazzata, soprattutto nel secondo caso, fortemente avversata dall’Abbac, l’associazione che rappresenta i gestori di B&b, che ha già inoltrato una lettera al sindaco Luigi de Magistris affinché ci ripensi. Ma i margini per fare dietrofront non sembrerebbero esserci: alle casse comunali, come a quelle di tutti i Comuni, servono soldi. E dunque si raschia il fondo del barile. La tassa di soggiorno, va ricordato, non viene pagata dai cittadini ma direttamente dai turisti che alloggiano negli alberghi e nei B&b, i quali poi la versano interamente al Comune di Napoli. Anche se non a tutti, principalmente i gestori dei Bed&breakfast, va giù l’idea che la tassa di soggiorno aumenti proprio con l’estate in arrivo.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.