Pizzo, “Dobbiamo sostenere i carcerati”: si ribella e fa arrestare 3 del clan Moccia

Scritto da - 8 Ottobre 2017

Tre elementi ritenuti appartenenti al clan Moccia sono stati arrestati ad Afragola in esecuzione di un’ordinanza della Dda di Napoli. Si tratta di un 33enne e di due 40enni ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata da finalità mafiose, reato che avrebbero compiuto ai danni dei titolari di un ingrosso di frutta e verdura. Nell’arco dell’ultimo

San giorgio a Cremano, bomba carta davanti officina

Scritto da - 5 Maggio 2017

SAN GIORGIO A CREMANO – Una bomba carta è esplosa intorno alle 2.30 della scorsa notte in via San Giorgio Vecchio a San Giorgio a Cremano (Napoli) davanti ad una officina per riparazione di auto. Lo scoppio ha provocato danni alla saracinesca, ad un’auto che era in riparazione all’interno del locale e ai vetri e

“Mettiti a posto con gli amici”, chiedono il pizzo a un cantiere: arrestati tre estorsori

Scritto da - 9 Marzo 2017

NAPOLI – I carabinieri dell’aliquota operativa di casoria hanno tratto in arresto per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso 3 soggetti già noti alle forze dell’ordine ritenuti legati a un gruppo camorristico operante tra casoria e afragola, sono alessandro sottoferro e vincenzo amendola, entrambi 40enni e di casoria nonchè salvatore volpicelli, un 52enne di arzano.

Ai commercianti si presentavano come «gli amici di Cercola» e chiedevano loro un «regalo»

Scritto da - 3 Novembre 2015

CERCOLA – Gli agenti del Commissariato di Polizia «Ponticelli», da tempo impegnati in una articolata indagine nel Comune di Cercola, dove è nascente un sodalizio criminale che vede a capo ex detenuti appartenenti a clan disciolti, nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno delle estorsioni ai danni di commercianti, hanno sottoposto a fermo di polizia

Racket, tre attentati nella notte

Scritto da - 28 Luglio 2015

    NAPOLI –  Poco dopo l’una un piccolo ordigno rudimentale è stato fatto esplodere davanti al laboratorio artigianale di oro ed argento «La Fortuna», in via Vincenzo d’ Annibale. Tre attentati, riconducibili molto probabilmente al racket delle estorsioni, sono avvenuti nella notte nel quartiere Arenella, a Napoli.L’ ordigno ha danneggiato la saracinesca del locale.

Incubo pizzo: con mazze da baseball distruggono due negozi

Scritto da - 23 Giugno 2015

NAPOLI – Due negozi sono stati danneggiati da alcuni sconosciuti nella serata di ieri in via Repubbliche Marinare. Gli sconosciuti sono entrati negli esercizi commerciali e con delle mazze da baseball hanno danneggiato le suppellettili. Poi si sono allontanati. Sulla vicenda indaga la polizia. ​Un’abitazione, non occupata, è stata danneggiata da un incendio. Il fatto

PONTICELLI/ Serrata dei commercianti contro l’assenza delle istituzioni: “Basta Camorra”

Scritto da - 21 Aprile 2015

NAPOLI – Chiusura anticipata alle 19 di tutte le attività commerciali del quartiere. E’ l’iniziativa provocatoria lanciata da ‘Sos impresa’ per sollecitare attenzione su Ponticelli. «Invitiamo tutti i cittadini onesti e le associazioni anticamorra di Ponticelli alla manifestazione che si terrà a piazza San Domenico durante la quale i commercianti bruceranno simbolicamente le chiavi dei

NAPOLI/ Racket, minacce e incendi: presi gli affiliati al clan De Micco – LE FOTO

Scritto da - 23 Marzo 2015

[portfolio_slideshow] NAPOLI – Sono 12 le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dagli agenti della Polizia di Napoli nei confronti di persone ritenute affiliate al clan camorristico “De Micco”, gruppo camorristico opera prevalentemente nella zona di Ponticelli a Napoli. gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione aggravata dal metodo mafioso, porto

FRATTAMAGGIORE/ Chiedono pizzo di 200 euro a operai del Bangladesh, in manette estorsore

Scritto da - 16 Febbraio 2015

NAPOLI- Padre e figlio, entrambi cittadini del Bangladesh, erano soliti minacciare dapprima verbalmente,  per poi passare alle vie di fatto, utilizzando un bastone in legno con anima in metallo, i loro connazionali che si rifiutavano di pagare loro il “pizzo”. E’ quanto hanno accertato la Polizia di Stato – del Commissariato di  “Frattamaggiore”. 200 EURO

L’INIZIATIVA/ A Portici l’albero ha le palline con i teschi, anche a Natale bisogna dire “no” al pizzo

Scritto da - 9 Dicembre 2014

NAPOLI – A prima vista sembra un bell’albero di Natale come tanti ce ne sono in giro ad abbellire giardini e case. Ma basta avvicinarsi un po’, guardarlo nei dettagli, e si scopre che su ogni pallina colorata c’è l’immagine raffigurante un teschio, simbolo del racket che uccide l’economia sana della città e che come

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.