SOMMA VESUVIANA/ Con maschere e passamontagna rapinano un Eurobet, uno solo in manette – LE FOTO

673 0

[portfolio_slideshow]

NAPOLI – Avevano pensato a tutto: targhe dell’utilitaria di mamma coperte con nastro adesivo, maschere da scena e passamontagna per tenerle fissate al volto, pistole replica di quelle in dotazione alle forze dell’ordine per intimorire la vittima designata della rapina. E così che nella tarda serata, tutti travisati e armati di pistola, hanno fatto irruzione nella sala scommesse in piazza San Francesco a Somma Vesuviana, colpendo in testa il titolare 22enne con il calcio di una pistola per costringerlo a consegnare l’incasso, circa 6.000 euro in denaro contante.

FUGGONO VIA CON L’INCASSO – Quando i malfattori sono saltati a bordo della vettura per andar via al 112 e’ giunta una telefonata con richiesta di aiuto e d’intervento d’urgenza. Giunti nei pressi i carabinieri hanno individuato l’utilitaria che si allontanava dalla zona a non consueta velocità con 3 persone a bordo e hanno quindi ingaggiato l’inseguimento dei malviventi sulla vettura che aveva le targhe coperte con nastro adesivo. I militari della stazione di Somma Vesuviana riescono a raggiungere e a fermare l’auto traendo in arresto Salvatore Granata, 31 anni, residente a Pomigliano d’Arco in via Jan Palach, già noto alle forze dell’ordine, i suoi due complici sono invece riusciti a dileguarsi a piedi.

SOLO UNO IN MANETTE – Durante la perquisizione sul luogo del reato, sul veicolo e sulla persona di Granata i militari hanno rinvenuto e sequestrato 2 pistole sceniche simili a quelle in uso alle forze dell’ordine e quattro maschere scenografiche bianche, 3 passamontagna e 1.050 euro. Anche la fiat 600, risultata essere della madre di Granata, e’ stata sottoposta a sequestro. Il titolare del centro rapinato e’ stato portato per cure all’ospedale di Nola dove i medici gli hanno diagnosticato “ferita lacero contusa alla regione frontale e temporale sinistra e trauma contusivo lombosacrale” guaribili in 10 giorni. Sono ancora in corso indagini per l’identificazione e la cattura dei 2 fuggitivi, Granata e’ stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.