Secondigliano festeggia San Giuseppe Moscati con medici e volontari della Sanità

838 0

LA FESTA DEL BEATO MOSCATI. Sabato 16 novembre la Chiesa Cattolica Cristiana commemora la memoria di San Giuseppe Moscati, il medico santo che ha tanto dedicato la sua esistenza e la sua professionalità alla dignità del sofferente. Oltre ai festeggiamenti solenni celebrati nella Basilica del Gesù Nuovo, la casa sacra per eccellenza che custodisce la salma del Santo e numerosi ricordi della sua vita, anche la periferia napoletana ha omaggiato la figura del medico.

 

LA CHIESA DEI MEDICI. La Parrocchia di Santa Maria della Natività a Secondigliano nel Rione Divina Provvidenza, durante la Celebrazione Eucaristica Vespertina della XXXIII domenica del tempo ordinario liturgico, guidata dal parroco pr. Giuseppe Provitera, in occasione della festa di San Giuseppe Moscati ha vissuto il consueto incontro – giunto alla VI edizione – tra Medici, Paramedici, Operatori Socio Sanitari, Volontari e quanti operano nel settore della Sanità Locale.

Prima della Celebrazione, la Cardiologa dott.ssa Penna con la sua équipe ha eseguito visite ed elettrocardiogrammi gratuiti dalle 16:00 alle 18:00, in uno dei locali messe a disposizione dalla parrocchia.

 

UNA PARROCCHIA SUL TERRITORIO. La parrocchia costituisce un punto di riferimento molto importante per il quartiere. Il programma delle attività è davvero intenso, soprattutto per le numerose realtà che lo animano, dalla Caritas, all’Oratorio per i più piccoli, agli incontri di preghiera carismatica del Gruppo del Rinnovamento nello Spirito, i Corsi Pre e Post Matrimoniali, le numerose gite e mostre artistiche, un laboratorio di teatro amatoriale, il GR.EST per gli adolescenti e vari gruppi Giovani. Da qualche mese si è anche concluso un corso di Elettricista, Tecnico Elettronico (1°livello) e Programmazione semplice (1° livello), voluto dal parroco come strumento di avviamento professionale per la formazione ai giovani mestieri, segno di una presenza “territoriale e sociale” nella comunità del quartiere.

 

LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA. Durante l’omelia, Don Giuseppe ha ricordato alcuni aneddoti della vita del Santo Moscati, che, nonostante le origini beneventane, ha sempre vissuto come un “napoletano di adozione” testimoniando una ricerca della santità prima come uomo e poi come servo di Dio, ma senza mai separare le due vocazioni.

Come Moscati decise di svolgere la sua missione accanto, e, per i poveri, talvolta rinunciando anche al proprio compenso e offrendo addirittura soldi per l’acquisto delle medicine, anche i medici professionisti di questo tempo sono chiamati a purificare il loro lavoro dall’idolo del denaro”. Con queste parole don Giuseppe ha invitato il folto numero di medici e paramedici presenti nella chiesa ad emulare l’esempio di Cristo “servendo” i bisognosi, se necessario anche con la propria vita.

Gli stessi medici, infermieri e volontari hanno preso parte attiva alla liturgia leggendo le Sacre Scritture; prima del momento dell’Offertorio il parroco li ha invitati sull’altare e insieme con l’assemblea ha pregato su di loro, benedicendoli e affidandoli alla protezione della Madonna e del loro patrono San Giuseppe Moscati.

 

IL DONO DEL PARROCO. Al termine del sacro officio, il parroco ha omaggio i partecipanti donando una statua sacra raffigurante Maria Infante, che è proprio la Titolare della Parrocchia. Questo gesto affettuoso del sacerdote ha simboleggiato una personale gratitudine e riconoscenza verso la comunità dei parrocchiani che lo sostiene nel Ministero di pastore e verso tutti coloro che hanno vissuto il Sacramento e la festa di Moscati.

 

Giovanni Postiglione

 

(si ringrazia il sig. D. Venafra per le foto e le informazioni)

 

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.