Saldi a Napoli, un calo degli acquisti del 20% rispetto al passato. Perrotta: «Gli sconti non agevolano la qualità»

341 0

NAPOLI – Il 2 luglio è corsa ai saldi estivi, la Campania è la prima regione ad effettuare gli sconti che dureranno 60 giorni. «Nonostante il bonus di 80 euro in busta paga previsto dal governo –  afferma Enzo Perrotta, leader del commercio Vomerese e Presidente di Confimpreseitalia Area Metropolitana di Napoli Ormai il saldo non è più un appuntamento importante  come la storia ci insegna, ormai anche la legge sul commercio ha recepito le nostre istanze  e quindi  fino  al giorno prima dei saldi sono  possibili le promozioni. La nostra opera di convincimento  presso la politica ha  permesso di regolarizzare quello che da anni avveniva grazie alla crisi  ovvero gli sconti tutto l’anno. Ormai per il cliente conta prima lo sconto e poi il prodotto, ciò è un errore, perché consente al prodotto di dubbia qualità di essere favorito a scapito del prodotto migliore. Ma questo imbarbarimento del mercato è dovuto solo alla forte crisi  che ha determinato un calo epocale dei consumi».

UN CALO DEL -20% RISPETTO AL PASSATO – Circa il 40% delle famiglie nel periodo dei saldi farà acquisti con un calo forte di almeno -20% rispetto al passato. La spesa sara’oculata ed attenta  il confronto dei prezzi prima e dopo i saldi sarà fondamentale, visto che c’e’ chi si e’ annotato  i prezzi antecedenti. Ferve l’azione promozionale dei piccoli commercianti, che tra social network,email, stanno da giorni inondando il web.

SETTORE ABBIGLIAMENTO HA RISENTITO DI PIU’ DELLA CRISI – Confimpreseitalia suggerisce  il vademecum del buon acquisto e di fare attenzione. Rivolgersi a negozi affermati da anni di  professionalita’ e di verificare sempre il prodotto. «Il settore abbigliamento e accessori moda è quello che ha piu’ risentito della crisi e non riesce a rifondare la proposta se non con forti sconti utilizzando la pratica scorretta degli outlet che nei fatti fanno saldi tutto l’anno avvalendosi dei prezzi dei concessionari ufficiali come riferimento. Evidentemente i fabbricanti possessori dei brand non vogliono rinunciare  ai forti ricarichi che pero’ danneggiano la filiera e  sfiduciano il consumatore rispetto alla proposta. Generando un calo  indotto oltre a quello gia’ prodotto dalla crisi», conclude il Presidente Perrotta.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.