Roberto Saviano, “Napoli non è cambiata, le sparatorie continuano: illudersi è da ingenui”

604 0

Per Roberto Saviano, la città non è cambiata. “Illudersi di risolvere problemi strutturali urlando al turismo o alle feste di piazza è da ingenui. Nella migliore delle ipotesi. Nella peggiore diventa connivenza”.

Per lo scrittore, intervistato da Repubblica, “Napoli è sempre stata meta di turisti, tanto più ora che il terrorismo ha precluso Medio Oriente, Sharm e la Francia come luoghi turistici portando i visitatori a prediligere l’Italia come meta. Nessuno mette in dubbio che Napoli sia meravigliosa. Nessuno nega che le associazioni siano in prima linea, nessuno nasconde il lavoro straordinario dei maestri di strada, del Gridas, dei teatri della Sanità o dei preti di frontiera. Ma quelli ci sono sempre stati e se aumenta l’impegno è un bene prezioso. Quello che è sbagliato è scappare in un immaginario falso di una città rinata, di risorse rinnovate che invece sono inesistenti”.

“A un certo punto – sottolinea l’autore di ‘Gomorra’ – si preferisce invitare le persone a parlare solo delle cose belle. Che ci sono sempre state anche nei periodi più bui. Ma chiederci di non guardare le ferite, per puntare gli occhi al cielo, è omertà”.

È un incubo che, a sentire Saviano, non può avere fine. “Arrestato un affiliato ce n’è sempre un altro pronto a prendere il suo posto. L’affiliazione è un meccanismo sistemico, economico. Non c’è niente a Napoli che faccia pensare alle vittime come a un incidente di percorso. Tutt’altro. Questa sparatoria, come le altre, è parte del disagio che va oltre Napoli, attraversa tutto il Mezzogiorno e l’Europa del Sud, di cui si tende a parlare poco e male”.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.