Quando una passione diventa una collezione: Vespe e moto di Casa Orizzonte

1490 0

Il giovane Riccardo ci mostra in esclusiva la collezione privatissima di “due ruote”  realizzata seguendo le orme paterne. Tra i pezzi forti una Vespa ’49 Sidecar e la storica rossa Ducati 851.

Se tuo padre tifa Vespa Piaggio da sempre, allora c’è il rischio che ti possa trasmettere la stessa passione.

E così è successo al giovane Riccardo Orizzonte, responsabile di un hotel di accoglienza per anziani in periferia di Napoli, che, sin da piccolo, ha preferito le due ruote al comunissimo “calcio al pallone”.

E da allora è nata una storia d’amore che non ha mai avuto fine, come testimonia la collezione privata di famiglia che vanta vere opere d’arte on the road.

 

Mio padre acquistò all’inizio degli anni ’80 una Vespa Piaggio GL 150 del 1963, la utilizzava come proprio mezzo di trasporto… poi con gli anni si presentò l’esigenza di restaurarla. Nacque così, quasi per gioco, il desiderio di “crescere” una collezione di famiglia, ricercando altre moto d’epoca e riportandole  a nuova vita. Mi ha ispirato e io ho continuato il suo progetto” spiega con orgoglio e con soddisfazione Riccardo.

 

All’attivo la sua collezione vanta circa una ventina e più di pezzi che ripercorrono una vasta parabola temporale della storia della due ruote. Il nucleo maggiore è costituto da ciclomotori Vespa datati dal 1949 sino alle versioni moderne PX del XX secolo, ma accanto ad esse fan bella mostra anche Lambretta, moto Guzzi e Guzzini. Ma i pezzi preferiti di Riccardo sono quelli che vanno dalla fine degli anni Quaranta agli anni Sessanta, il top della collezione insomma.

 

Sono tanti davvero gli esemplari che Riccardo con grande sacrificio e impegno ha radunato durante i quindici anni che sono trascorsi dalla nascita di questo collezionismo privato. Mentre cresceva la sua passione, aumentava anche la sua competenza nel settore e la capacità di scovare i pezzi migliori acquistati attraverso il web, in occasione di mostre, di raduni, di conferenze, di mostre e di scambi tra appassionati.

 

Tra le chicche della collezione, ci viene mostrata un’originalissima Vespa Sidecar 125 del 1949, una Vespa con rimorchio stabil perfettamente a nuovo e una rarissima coppia di ciclomotori fabbricati dalla I.M.N. (Industria Meccanica Napoletana) negli anni Cinquanta, l’unica azienda napoletana con sede a Baia che sfornava il modello Paperino, entrambi con tanto di motore originale realizzato a Napoli. Puro artigianato locale!

 

La collezione non è costituita solo da motocicli ma anche da tutto ciò che gravita intorno al mondo delle due ruote, soprattutto made in Italy: riviste, abbigliamento, caschi, ricambi e guarnizioni completano l’allestimento. E poi c’è lei, fiore all’occhiello, sistemata in uno spazio speciale, in fondo ai 300 metri quadrati del salone in cui è alloggiata la collezione: la Ducati Sport 851 SBK del 1989, resa celebre nella storia del motociclismo grazie alla vittoria mondiale di Raymond Roche nel primo SuperBike anno 1990.

 

Si badi bene, la collezione non è un museo e i proprietari, padre e figlio, ci tengono a precisarlo. L’accesso dunque non è pubblico perché rimane, così come è nata, una semplice collezione privata, personale, di famiglia. Pochi gli amici stretti ai quali Riccardo ha concesso di vederla, tra questi più che altro figurano associazioni motocicliste & co., a titolo sempre assolutamente gratuito.

Siamo molto gelosi, in senso positivo, delle nostre bambine – come le chiama Riccardo – per me e per mio padre questa collezione costituisce un angolo della nostra vita e una passione grande che ci lega”.

 

La passione e la competenza per il mondo delle moto ha permesso a Riccardo di portare avanti anche un progetto personale nato di recente: è il manager del giovanissimo pilota motociclista Gennaro Sabatino, ventenne originario di Calvizzano, che partecipa attualmente al Campionato Italiano Velocita (CIV) classe stock 600.

 

Articolo e foto a cura di Giovanni Postiglione, per gentile concessione e autorizzazione dei sigg. Riccardo e Gaetano Orizzonte, proprietari della collezioni privata.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.