Pozzuoli,dicono no al racket dopo 20 anni

806 0

I carabinieri della compagnia di Pozzuoli  hanno sottoposto a fermo del pm della dda  di Napoli per estorsione aggravata continuata e per associazione per delinquere di tipo mafioso, i fratelli di Costanzo Pasquale 40 anni e Gennaro 34 anni, Di Lauro Crescenzo 44 anni e Pisano Nicola 38 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine ritenuti  affiliati al locale clan camorristico “longobardi-beneduce”.
Nel corso di indagini coordinate dalla dda i militari dell’arma hanno accertato che i quattro, a vario titolo, avevano costretto da anni i titolari di un’officina meccanica e di una impresa edile a pagare il pizzo al clan.
In dettaglio, è stato accertato che il titolare dell’officina meccanica aveva pagato 5000 euro all’anno a partire dal 1999 e che titolare dell’impresa edile aveva pagato 1500 annue a partire dal 1993
I 4 sono stati fermati e portati nel centro penitenziario di secondigliano il 29 luglio.
Oggi il gip ha convalidato il provvedimento precautelare disponendo la custodia in carcere per tutti gli indagati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.