‘Ominifiera’ a Torre del Greco, la Fiera Campionaria all’insegna della ‘valorizzazione’

522 0

Torre del Greco, città dall’identità storica, realtà dalle mille risorse troppo spesso ‘nascoste’ decide di  esibire ‘tutti’ i propri punti di forza, del territorio, d’impresa, di mercato, di comunicazione, sociali, e lo fa attraverso ‘Omnifiera’, una Fiera Campionaria di grande spessore che, partita il 12 e fino al 21 luglio, darà voce alla città, al suo patrimonio, alle sue potenzialità, si presenta infatti come un contenitore di idee, di arte, di cultura, di divertimento e soprattutto coinvolgimento.

Torre del Greco, che vanta il fregio di ‘città leopardiana’, poiché Leopardi vi soggiornò poco prima della sua morte e qui compose i suoi due ultimi canti, ha un passato tormentato nei secoli dai danni dalle numerose eruzioni del Vesuvio, ma come una fenice ha sempre reagito ‘risorgendo’ letteralmente dalle sue ceneri, tra il Vesuvio ed il suo splendido mare, la città artigiana del corallo vanta considerevoli vicende, luoghi di culto, Ville, Musei, notevoli iniziative sportive, non è esente dalla crisi economica nazionale, ma anche questa volta, come è sua natura, ‘reagisce’ facendosi spazio tra l’incuria generale con una manifestazione che attira attenzione e propone uno spazio per ‘Omni’, ‘Tutti’, i suoi settori di forza. Realtà imprenditoriali, aziende, e non solo autoctone, si susseguono espositore per espositore in una vasta zona di Via del Commercio: spazi dedicati alla gastronomia e all’enogastronomia con la presenza di ‘Premium Sapori’, Ristorante e Pizzeria ‘Il Trionfo’, ‘Ristorante lo Spuntino’, ‘Antichi Sapori d’Irpinia’, spazi per l’artigianato dal ‘Laboratorio Artistico Mavalù’ allo stand dell’artigianato del corallo, di cui Torre del Greco ne detiene l’esclusività per lavorazione, spazi per la moda come ‘L’Atelier la Venere’, ‘Mavi gioielli’, spazi per lo shopping da ‘Avon’ a ‘Le C’art’, per i gadget, l’oggettistica, spazi per Spa, centri benessere, spazi per la casa, per l’arredamento, per il tempo libero, a questo e tanto altro alla kermesse si affianca la promozione del ‘genio creativo’ alla presenza dell’Associazione di Artigiani con ‘Io Creo in Fiera’. In serata Omnifiera si trasforma in evento: esibizioni di musica, spettacoli di cabaret, concorsi di bellezza, corsi di danza, zumba, spinning, e tanto altro, con uno spazio per cenare.

10 giorni per ‘accendere l’occhio di bue’ su Torre del Greco e per rappresentare la Campania, tal volta ricordarne le origini, “Noi della Premium Sapori abbiamo un fine, quello di dare ai migliori palati i gusti che sono andati persi, prestiamo particolare attenzione alla lavorazione, produciamo il pane come 100 anni fa, con lievito madre…”.

Discreto è stato il consenso dei visitatori, più di 6000 presenze registrate nei primi 5 giorni della Fiera, “La maggiore affluenza si è riscontrata sabato e domenica, mentre in settimana la partecipazione è stata lenta”, lamentano alcuni commercianti.

L’obiettivo principale è ‘farsi conoscere’, in una cornice territoriale che valorizza le realtà e che dalle sue realtà ha bisogno di essere valorizzata.

La kermesse, la prima del genere per Torre del Greco, è organizzata da Minerva Eventi.

 

Flavia Tartaglia 

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.