Napoli, tra un Mercato da Sogno e i Sogni di Mercato

424 0

Mentre Napoli vive l’epilogo della telenovela Cavani andata in onda con tanto di immagini delle vacanze sudamericane della coppia del momento e mentre i napoletani devono incassare i malumori di De Sanctis, il processo di de-mazzarrizzazione degli azzurri stenta a decollare.

Certo sono arrivati Mertens e Callejòn, Rafael sta cercando un biglietto aereo che lo porti in Italia dopo la conferenza stampa strappalacrime di ieri sera ma, in fondo, il mercato del Napoli non è mai veramente iniziato. O almeno sembra che non sia così. Certo Bigon qualche situazione spinosa è riuscito pure a risolverla, ma il lavoro è ancora tanto. Come se non bastasse è praticamente fuori dalle trattative prestigiose. Sistematicamente, quando si supera la soglia dei 15 milioni di euro, scende in campo direttamente il Presidente De Laurentiis dopo aver, ovviamente, sentito Rafa Benitez.

I tifosi non ne possono più. Il gap con la Juventus (con l’arrivo in bianconero di Tevez, Llorente ed Ogbonna) è aumentato. Decisamente. La Juventus ora è più forte dello scorso anno. Milan ed Inter sono ancora al palo. Il Napoli, però, non risponde. Non si desta dal clamoroso torpore estivo (avete presente la cosiddetta “papagna” post pranzo?). Bigon sembra in una perenne “controra”. Sonnecchiante. A tratti irritante.

Con la liquidità in cassa gli azzurri dovrebbero dettare legge sul mercato e, invece, il mercato detta legge in casa Napoli. Persino Chavéz (non mi dite che non sapete chi è Chavéz) ha capito che può trattare con gli azzurri a muso duro. Esclude la possibilità di cessione e per la rescissione chiede fior di quattrini. Bigon sta la. Aspetta. Chavéz, in fondo, blocca soltanto quella casella di extracomunitario che consentirebbe agli azzurri di andare a pescare qualcosa di buono oltreoceano.

Morto un Cavani, insomma, Benitez, Bigon e De Laurentiis, tirano fuori dal cilindro Rafael, Mertens e Callejòn. Arrivano tardi su Mario Gomez, non riescono a chiudere per Leandro Damiao. Zamparini detta legge su Hernandez. Il Presidente del Porto fa altrettanto per Jackson Martinez (che a valutarlo 40 milioni ci vuole coraggio). Il colpo, però, arriverà.

Molti sogni resteranno delusi. Molti tifosi non saranno d’accordo ed altri esulteranno (in fondo in Italia sono più gli allenatori che gli euro sborsati dal PSG per Cavani). L’imperativo, però, è di aspettare. Con calma. Evitare le pseudo-contestazioni. L’era De Laurentiis non ha mai deluso. Il salto di qualità è dietro l’angolo.

Massimo Esposito

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.