Napoli-Juve, pareggio beffardo: non sono bastati impegno e determinazione

553 0

di Sandro Tacinelli
CALCIO – Non è mancato l’impegno, né la determinazione, ma alla fine gli azzurri devono accontentarsi di un punto. Gara disputata a buon ritmo, intensa e spesso con il Napoli a chiudere gli ospiti nella loro metà campo.
L’avvio è dei padroni di casa: lancio di Insigne per Callejon con Buffon molto attento. Prima azione bianconera ed è già vantaggio: Khedira in percussione, scambio con Pjanic e tiro che supera Rafael per lo 0 a 1. Ancora una partenza in salita per i partenopei. Risponde subito il Magnifico ma il portiere bianconero va in presa facile. Ora tutto è più difficile; la difesa della capolista (la migliore del campionato) chiude bene i varchi, mentre, gli uomini di Sarri, anche se ben sorretti da Allan e Jorginho, non sempre riescono a servire palloni utili al trio di attacco. Sull’altro fronte, si invola Higuain sulla sinistra e Koulibaly mette in angolo; sugli sviluppi va al tiro Chiellini con palla colpita malissimo. Bella azione azzurra: Allan per Mertens e poi a Hamsik: il tiro non è preciso. Insistono gli azzurri: Chiellini di testa anticipa Callejon e mette in angolo, sulla battuta Koulibaly di testa, ma Buffon fa sua la sfera.

Ancora una bella combinazione del Napoli: al tiro Hamsik con palla ancora fuori dallo specchio della porta. Magia di Mertens che si libera appena entrato in area: peccato che il tiro sia da dimenticare. Lo imita Insigne e la palla finisce altissima sulla traversa. E’ noto: queste occasioni vanno concretizzate, ma l’importante è crederci e continuare a pressare i bianconeri. Prova a sfondare anche Hysaj: palla in angolo; sugli sviluppi Strinic impegna Buffon nella respinta. E’ un ottimo momento. Il Magnifico si libera in mezzo a quattro avversari: tiro fuori. Il primo tempo si chiude su una bella azione di Mertens e palla in angolo.

In avvio della seconda parte della gara si vede Higuain (più proteste che palloni toccati) che serve Lemina, con palla spedita alta. E’ Insigne, invece, ad accelerare e concludere con palla a giro di poco alta. Cresce il tifo sugli spalti e così i fischi per gli ospiti. Il Napoli ci crede: ancora una bella combinazione: il furetto belga inventa per capitan Hamsik che mette la palla all’incrocio dei pali: 1 a 1. Entra Cuadrado per Lemina. Insistono ancora gli azzurri: Mertens contrasta Buffon, palla sul palo e poi fra le braccia del portiere bianconero. Non è proprio una serata fortunata. Entra Zielinski per Allan. Ancora Mertens: respinge Buffon, poi palla a Jorginho che colpisce male. Rog entra al posto di Hamsik. Il croato prova subito da fuori area, ma il tiro è impreciso. Vanno in campo anche Ghoulam per Strinic, Dybala per Marchisio e Rincon per Pjanic. Ci si avvia alla fine dell’incontro. Un sussulto lo provoca un calibrato lancio di Zielinski per Callejon, lo spagnolo colpisce di testa, ma la palla attraversa l’area piccola senza che nessun azzurro possa intercettarla. Al 92’, in pieno recupero, Mertens impatta con Chiellini in area, ma Orsato dice che è tutto regolare e manda le squadre negli spogliatoi.
Mercoledì, sempre al San Paolo, contro la Juventus per ribaltare la sconfitta di Torino per il turno di Coppa Italia. Impresa non facile, ma non impossibile. Il Napoli questa sera ha dimostrato di poter puntare in alto. Coraggio.
Stella nera.
Napoli – Juventus 1 – 1

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.