Lo stadio Collana è ancora terra di nessuno, continua il rimpallo tra Regione e Comune

465 0

Due mesi di chiusura, 7.000 atleti allo sbando e una situazione caotica che non trova una soluzione definitiva. La sentenza del Consiglio di Stato del 13 febbraio ha ribaltato il risultato del bando di gestione affidato all’Ati Collana Sport Center. Dal 25 gennaio, giorno di chiusura per motivi di agibilità, sono trascorsi 63 giorni e non è cambiato nulla. La Regione, proprietaria dell’impianto, dopo una battaglia durata anni con il Comune (che lo ha gestito per anni in comodato d’uso gratuito) ha annunciato che affiderà all’Aru (Agenzia Regionale per le Universiadi) il restyling, ma a tutt’oggi il Collana resta un deserto, con gli atleti costretti al ruolo di migranti per fare sport. D’altronde la sentenza del Consiglio di Stato ha creato un pericoloso precedente: la concessione sportiva è stata equiparata a un appalto pubblico. Tutto ciò può compromettere e stravolgere le regole di affidamento degli impianti in tutto il mondo sportivo italiano

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.