Lo ScambiaLibro: le storie viaggiano dagli occhi alla bocca, dalle orecchie al cuore… e adesso anche di casa in casa

447 0

Il 2013 è iniziato con una grande novità al Punto.Lettura Nati per Leggere di Napoli, nato nell’ottobre
scorso presso il PAN | Palazzo Arti Napoli in via dei Mille 60, grazie all’alleanza tra il Progetto nazionale
di promozione della lettura Nati per Leggere e il Comune di Napoli.
Nel pomeriggio di sabato 5 gennaio è stato inaugurato lo ScambiaLibro. L’iniziativa, che nasce dal gruppo
Nati per Leggere di Napoli, si pone in animo di creare una sorta di biblioteca circolante per bambini. I
protagonisti assoluti sono proprio loro, i bambini: sarà grazie al loro contributo infatti che il circuito si
alimenterà, portando al Punto.Lettura libri già letti ma in ottime condizioni, che verranno scambiati per
permettere ad altri di leggerli. I libri saranno deposti nel misterioso “Librone di Marzouk”, un colorato
contenitore con le sembianze di un libro extra-large, creato dalle generose mani di un papà “nato per
leggere”.
Se ci sono libri che cercano lettori e piccoli lettori che cercano storie, è al Punto.Lettura che potranno
incontrarsi. L’obiettivo è donare nuova vita ai libri e dare la possibilità di leggerne tanti altri oltre le pareti del
Punto.Lettura. Magari a casa propria con mamma e papà.
Fondamentale per lo ScambiaLibro, la piccola biblioteca circolante che parte dal Punto.Lettura, è il
concetto di condivisione e responsabilità. Il Punto.Lettura, oltre a promuovere la cultura del libro e della
lettura, si fa foriero di “buone pratiche”, invogliando al riuso di ciò che non viene più utilizzato,
condividendolo con chi voglia beneficiarne.
Donare un libro per metterlo in circolo non ha soltanto un valore materiale, ma rappresenta soprattutto un
gesto dalla forte valenza simbolica: è un dono che si fa all’umanità piccina per aiutarla a crescere attraverso
il sogno e l’immaginazione, per fortificarla con parole nuove e momenti da ricordare, insegnandole a
esprimersi e invogliandola a scoprire il mondo, sentendosi parte di esso. È un atto d’amore offerto al
presente ma che parla al futuro; è un piccolo investimento con riscontri a lungo termine in termini di benefici
sociali diffusi. In questo è ancora più significativo decidere di condividere una storia amata, un libro che si
vorrebbe continuare a leggere o che si consiglierebbe ad un amico. Attraverso il dono di un libro si presenta
una parte dell’universo che abita dentro di noi, si può scegliere di mettere in circolo la bellezza di cui si è
custodi.Grazie alla collaborazione del Comune di Napoli con il progetto nazionale Nati per Leggere, attraverso gli
organismi che da tredici anni lo promuovono in tutta Italia – Associazione Culturale Pediatri, Centro per la
salute del bambino onlus, Associazione Italiana Biblioteche – Il Punto.Lettura Nati per Leggere di
Napoli continua la rivoluzione piccolina, la rivoluzione silenziosa che, come le storie più
belle, parla al cuore e alla mente. Sempre in difesa del Diritto alle Storie.
Simona Fiscale, volontaria Nati per Leggere Campania

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.