La sur-realtà di ‘The Dalì Universe’ sbarca nella realtà di Sorrento

793 0

Ho sempre visto quello che gli altri non vedevano; e quello che vedevano loro io non lo vedevo.”

Ha pensato molto, Salvador Dalì, ha cercato di dare un linguaggio al suo immenso mondo interiore attraverso la sua arte, complessa, elitaria, eclettica. Curioso, ambizioso, scandaloso e amante dello scandalo, provocatore, anarchico, megalomane, sperimentatore, demiurgo… genio. Tanto da essere considerato un ‘pazzo’ ma basterebbe tenere presenti non solo i meravigliosi risultati della sua presunta follia, ma le sue stesse parole per capire che “L’unica differenza tra me e un pazzo è che io non sono pazzo”.

L’universo che ha popolato la mente di Dalì, dopo essere stato esposto a Firenze e Venezia, sbarca in Campania, a Sorrento, in una mostra senza pari “The Dalì Universe Sorrento” organizzata dalla Fondazione Sorrento presso Villa Fiorentino, location d’ammirazione internazionale, e curata da Beniamino Levi, Presidente della Stratton Foundation, uno dei più affascinati esperti e collezionisti del genio catalano.

La rassegna ha aperto al pubblico ieri, 14 giugno, e proseguirà fino al 29 settembre, ma non è stato questo l’inizio bensì la meta di un percorso singolare iniziato a maggio attraverso le piazze più suggestive di Sorrento che hanno ospitato, come fossero un ‘filo d’Arianna’ che avrebbe poi condotto fino alla ‘deflagrazione’ finale in Villa Fiorentino, quattro delle sculture daliniane: ‘Il Profilo del Tempo’ in piazza Veniero; in piazza Tasso ‘La Donna in Fiamme’; l’inedita, mai esposta fino ad oggi ‘Omaggio a Tersicore’ in piazza Angelina Lauro; ‘Piano Surrealista’ in piazza Sant’agostino, quest’ultima giunta una settimana dopo, rispetto alle altre tre,  direttamente da piazza dell’Accademia di Firenze. Il singolare prologo ha condotto poi ad un notevole vernissage alla presenza dell’Onorevole Pasquale Sommese, Assessore regionale al turismo “The Dalì Universe è stato un evento visto da milioni di visitatori da Firenze a Venezia, è ora nella città Universale di Sorrento che affaccia su quel mare blu definito ‘il mare delle sirene’… Noi cerchiamo di promuovere il turismo proseguendo con un progetto, iniziato già due anni fa, d’arte contemporanea, ma in realtà è Sorrento che promuove il turismo nel nostro paese”. In fine alle ore 19 e qualche minuto: l’esplosione! Dopo il ‘Benvenuto’ la Villa ha aperto l’ingresso all’evento. Ad accogliere e soddisfare il primo anelante sguardo dei visitatori è la scultura ‘Adamo ed Eva’, un bronzo realizzato secondo la tecnica della fusione a cera persa, in una scena del Giardino dell’Eden che Dalì con la soluzione del serpente a forma di cuore rende messaggera di un amore molto più grande e significativo della semplice unione dei suoi singoli componenti.

L’esposizione si dipana in un susseguirsi di sale e piani, ogni piano ed ogni sala è introdotta da una scritta, una citazione dell’artista. Più di 100 le opere in mostra, un meraviglioso concentrato di svariati temi a lui cari (come la sensualità, il fuoco, il tempo…), materiali, tecniche di realizzazione, che raccontano anche aspetti meno noti dell’artista:  sculture in bronzo tra cui anche degli inediti, oltre ai celebri capolavori come l’Elefante Cosmico, le sculture con gli elementi scatologici, oppure la sala interamente dedicata al tema del Tempo, che Dalì concepisce fluido, anticonvenzionale, con le sue svariate rappresentazioni degli ‘orologi molli’; oggetti di vetro, materiale caro all’artista per la sua capacità di rappresentare alla perfezione il mondo fantastico, e che inoltre testimonia la collaborazione tra Dalì e la celebre fabbrica di vetri francese Daum Cristallerie; oggetti in oro; collages come alcuni originali dei Tarocchi mistici; disegni, incisioni, litografie, libri decorati, raccolte grafiche che illustrano temi importanti della letteratura e fanno luce sull’aspetto del Dalì colto, studioso;  oggetti di design posti a ricreare un salotto surrealista col quale ci si più immaginare ancor più facilmente il quotidiano mondo del genio del surrealismo.

Ma Salvador Dalì non amava definirsi un surrealista, ma più semplicemente era l’artista della sur-realtà. Ed è proprio il mondo che ha cercato di rappresentare in tutta la sua attività, l’inconscio, quella sfera dell’attività psichica che non raggiunge il livello della coscienza, ma è vita comunque, quella interiore, che si ‘respira’ perfettamente tra un’opera e l’altra in mostra. “Nella vita di un individuo la somma dei momenti di sogno e di sonno non è inferiore a quello dei momenti di realtà, di veglia, sono entrambi, allora, due momenti dell’esistenza e come tali vanno riconosciuti, Realtà e Sur-realtà”, spiegava Breton nel primo manifesto Surrealista. Sur-realtà, sonno/sogno-realtà, di cui è testimone indiscussa la scultura ‘Alice nel Paese delle Meraviglie’, indubbiamente storia molto cara all’artista.

Internazionale la fama di questo grande ed eccentrico artista come internazionale è quella della nostra città”, racconta Giuseppe Cuomo, Sindaco di Sorrento.

Dunque la spettacolare Penisola Sorrentina nel tentativo di esplorare il surrealistico mondo di Dalì, è diventata oggetto di quello stesso mondo surrealistico divenuto reale nel momento in cui ha invaso tangibilmente piazze e location. E se “Ogni mattina svegliandomi, provo un meraviglioso piacere: quello di essere Salvador Dalì, e mi chiedo estasiato, cosa mai compirà oggi, questo Salvador Dalì”, chissà dopo la perfetta cornice estiva di Sorrento, quale altra realtà verrà invasa dalla ‘surrealtà’ di Dalì.

 

Flavia Tartaglia  

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.