Il rapper Oyoshe racconta: ” la mia musica universale, il mio rap anche a Teatro”

886 0

 

di Simone Porpora

NAPOLI – Freschezza e novità al premio Masaniello 2016, freschezza e novità che arrivano da un ambiente diverso rispetto alla solita aria che tira al premio, che arrivano dal basso dell’undeground, più precisamente da Fuorigrotta: il rapper Oyoshe, nome d’arte di Vincenzo Musto, apre le danze della premiazione portando il rap in uno dei teatri più eleganti della storia e della tradizone partenopea. il teatro Sannazaro. Noi di Vivonapoli siamo riusciti a scambiare qualche parola con il rapper al termine della sua esibizione:

-CIAO OYO, PRIMA DI TUTTO COMPLIMENTI. HAI DA DIRE QUALCOSA RIGUARDO QUESTA TUA PRIMA ESIBIZIONE IN TEATRO?
Innanzitutto un saluto a tutta la redazione di Vivonapoli e ai suoi lettori. Beh è stata un’emozione indescrivibile, queste per me sono le nuove esperienze di gavetta, portare il mio nome, la mia musica in ambienti dove a prima vista il mio nome e la mia musica potrebbe “stonare”, però è davvero una grande soddisfazione sapere che domani gente che non sapeva neanche cosa facessi nella vita conoscerà Oyoshe, il rapper.

-COME E’ NATA QUESTA COLLABORAZIONE TRA TE E IL PREMIO MASANIELLO?

Nasce tutto da Sasà Imperatore, il direttore artistico dell’evento, con il quale già ho collaborato in diverse situazioni come il mio progetto nelle scuole di Napoli, in cui ho portato il rap a contatto con i bambini per trasmettere il messaggio positivo della mia cultura. Tra me e Sasà c’è stima reciproca e proprio questa stima ha permesso la realizzazione di questa bella iniziativa. Tutto è nato per trasformare la sigla di Umberto Napolitano in chiave rap, ci siamo uniti con Angelo Mosca, abbiamo fatto le prove e io ho prodotto il Brack Beat che accompagnava il pianoforte. Abbiamo unito il rap, il valzer, il pianoforte, abbiamo fatto un cocktail di arti.

– COME TI SEI APPROCCIATO AL PALCO DEL TEATRO SANNAZARO? UN AMBIENTE DEL TUTTO DIVERSO RISPETTO A QUELLO IN CUI SEI ABITUATO AD ESIBIRTI.
Un adrenalina inimmaginabile. La performance è stata molto artistica, c’era tanta emozione e “tensione”, ero quasi come il personaggio di un quadro, dovevo essere posato, è stata un’interpretazione. Sto cercando di inserire questa mia attitudine del rap in contesti diversi per crescere sia la mia persona che l’artista. Oggi metto piede nei teatri per fare il rap, non l’avrei mai immaginato.

– QUINDI IN FUTURO POTREMMO ASPETTARCI QUALCHE SORPRESA DA TE? UN OYOSHE ATTORE?
Beh, non escludo nulla e mi farebbe molto piacere. Con il figlio di Sasà Imperatore, Tullio Imperatore, è nata una sorta di collaborazione per il suo film “Combattere per vivere”, un progetto indipendente che racconta la storia della Knef Crew, una crew napoletana con la quale sono cresciuto, e racconta quindi anche un po’ la mia storia. Non a caso ho una piccola parte nel film e farò parte della colonna sonora. In più con Davide Iodice stiamo lavorando alla scrittura di “Amleto” in chiave hip hop napoletana, alcuni testi sono già stati tradotti da grandi rapper della storia Partenopea, come Shaone, dai Fuossera, quindi si, sto imparando tanto dal teatro.

E’ STATA QUINDI UN ESPERIENZA CHE TI HA DATO TANTO QUELLA DI QUESTA SERA?
Un’esperienza forte, il premio Masaniello rappresenta una realtà artistica un po’ più blasonata e starci dentro attivamente rappresenta per me motivo d’orgoglio, oltre che fonte di ispirazione. E’ stato uno scambio reciproco, io ho preso tanto da questo ambiente e spero questo ambiente possa aver preso tanto da me. Il teatro in se è un qualcosa ottimale anche per i live dei concerti, e avere la pressione di un pubblico diverso mi sarà utile anche quando avanti a me avrò il mio solito pubblico.

-Lasciamo così andare via lo starter della serata, stanco e ancora fortemente emozionato per l’esibizione, ringraziandolo per aver risposto con gentilezza alle nostre domande a averci dato qualche notizia interessante sui suoi futuri progetti teatrali e cinematografici.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.