Il # fiumeinpiena di Casalnuovo per fermare biocidio nella Terra dei Fuochi

645 0

Molte polemiche e verità hanno accompagnato la marcia tenutasi a Casalnuovo intitolata”Stop al biocidio”. La manifestazione è stata organizzata dal Comitato Fuochi Casalnuovo e vi hanno partecipato migliaia di cittadini casalnuovesi e personalità importanti come: Don Maurizio Patriciello, che ormai tutti conoscono, i rappresentanti dell’associazione anticammoristica “Libera”, il professore di chimica dell’università St.Lawrence di New York Paul Connet, le mamme dei bambini vittime dei roghi e infine alcuni consiglieri comunali di Casalnuovo e il sindaco Antonio Peluso. La marcia è cominciata  partendo da Piazza Siani nella località di Tavernanova per poi proseguire verso la frazione di Licignano, il corso di Casalnuovo fino allo stadio comunale dove si sono susseguiti gli interventi delle personalità citate e dove ha avuto luogo la cerimonia per ricordare gli “Angeli Guerrieri”, in riferimento ai bambini che hanno perso la vita a causa di questo scempio.

Il primo intervento è stato quello di Don Patriciello che ha definito “stupidi” coloro che hanno inquinato le nostre terre, accusa la politica di aver permesso tutto ciò e invita tutti a partecipare alla manifestazione che si terrà il 16 novembre a Napoli. Dopo le sue parole manco a farlo apposta tocca al Sindaco ma le sue parole vengono subito interrotte da un boato di fischi e di persone che urlano “vattene via!”, in effetti quando gli animi si placano l’intervento del Sindaco è abbastanza ipocrita, prima afferma che Casalnuovo non rientra nella Terra dei fuochi ma vi è solo confinante, poi si tradisce da solo quando afferma che verrà abilitato un numero verde a cui ci si potrà rivolgere in caso di roghi. Segue il discorso molto caloroso e trascinante del professor Connet che riesce a far urlare ai manifestanti in coro “basta!” contro la camorra. Dopo tocca ai rappresentanti delle associazioni locali ma nessuno prende posizione apertamente contro la politica locale , che è la più colpevole oltre a quella statale, perchè sono state proprio le noste amministrazioni locali le prime a permettere che la camorra rovinasse le nostre terre e quindi la vita dei propri figli. Gli interventi più significativi sono quelli delle mamme che con poche parole invitano ad unirsi per farsi ascoltare dalla politica e tenere acceso il ricordo degli Angeli Guerrieri.                                                                      

Alla fine avviene la cerimonia molto commovente durante il quale alunni delle scuole di Casalnuovo lanciano in aria dei palloncini verdi per ricordare le vittime. Aggiungo che prima di ciò il Sindaco accompagnato dalla sua schiera di consiglieri se ne va e ciò è molto significativo. Concludo ricordandovi che il 16 novembre alle ore 14,30 a Piazza Mancini Napoli partirà un altro #fiumeinpiena per dire “Stop al Biocidio!”.

                                                                                    

Vincenzo Masullo

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.