I Flego, nuovi talenti musicali dai Campi Flegrei

525 0

Napoli – Nel panorama musicale napoletano emergenti grazie al web, sta nascendo il progetto Flego, band amatoriale  composta da tre giovani amici che cantano gioie e drammi del cuore flegreo di Napoli. Oggi in tarda serata il loro singolo di esordio sarà in onda su Radio1 RAI.

Le migliori cose, si sa, spesso nascono per caso, per fretta, o per gioco. È il caso tipico della cucina, dove si sperimentano piatti veloci che riescono poi veri capolavori. Ma lo stesso accade anche nel mondo della musica, quando due o tre amici si incontrano nella classica cantina per fuggire dal tempo ordinario a suon di accordi e cover,  accade che poi da qui si scoprono talenti e idee creative.

Nel 2012 parte il progetto Flego, triade musicale partenopea nata miscelando disparati generi di ispirazione, rapporti di parentela, il mondo del web e l’amore sconfinato per il quartiere flegreo di Napoli.  Rosario Puoti (Rock Z, guitar & vocalist) si diletta scrivendo pezzi propri sin dal 2008. Diego De Petrillo (Diego Dep, drums & vocalist), musicista amatoriale con un passione viscerale per i Queen di Freddie Mercury, decide riproporre un brano in versione live tra amici, ma stavolta partecipa anche Mario Bronzino (Tommy Bronz, chitarra e leader vocalist). La musica è buono e a quel punto nasce l’idea di fare sul serio e di mettere su una vera band con stile e poesia tutte personali.

MUSICA FLEGREA. Il messaggio musicale dei Flego (dal greco flègo che significa “brucio”, “ardo”) è quello di improvvisarsi (in modo serio) moderni menestrelli e cantastorie, parlare con racconti e con sensazioni di una parte di Napoli bella e ricca di storia, tanto quanto depressa, ossia l’area Flegrea, prendendo spunto anche dalla ferite subite negli ultimi anni di trasformazione sociale. Per “allestire” il loro sound, i tre giovani musicisti hanno ripescato a piene mani nella tradizione musicale partenopea degli anni ’70-’80 mescolandola con sonorità tipiche del Rock Britannico, il tutto condito da testi che spaziano dal napoletano, all’inglese, tornando all’italiano. La collocazione vera e propria all’interno di una definizione precisa di genere musicale sta un po’ stretta perché non hanno ancora realizzato esibizioni dal vivo, ma la band ha di sicuro intuito il proprio stile e la propria “individualità di gruppo”.

La prima importante recensione musicale arriva dal sito di Radio Onda Flegrea, in occasione della pubblicazione su YouTube dell’ultimissimo brano Cantiere Perduto (estate 2013), in memoria alla drammatica dismissione del cantiere Italsider di Bagnoli: “È la canzone di chi ha capito che la speranza è la giustizia, che si invoca, si cerca a gran voce, si urla da un megafono, si scrive dietro i disegni dei bambini”.

PROGETTI E OBIETTIVI. I Flego camminano con una forma ancora sperimentale. Per ora contano all’attivo solo tre brani pubblicati on web, ma in cantiere ce ne sono molti altri, almeno una decina già terminati e in attesa di registrazione. Contano presto anche di esibirsi in live, soprattutto non prima di aver raggiunto l’obiettivo prefissato: registrare un vero album con track list di almeno 10 brani entro la fine del 2013 (under construction)  e affidarne poi la promozione al mezzo di comunicazione più idoneo.

QUESTO SERA IN RADIO. Questa sera alle ore 23:15 il programma notturno di RADIO1 RAI, che promuove le nuove forme di musica emergente, trasmetterà in onda il loro singolo di esordio Run Piscitiell che su YouTube (vedi video) ha collezionato già più di 700 visualizzazioni in poche settimane dall’uscita, a dispetto di un testo non significativamente coinvolgente. Ma è stato proprio questo inaspettato successo amatoriale e spingere i tre amici a continuare la loro musica.

Giovanni Postiglione

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.