Gli “invisibili” della città: sotto gli occhi di tutti

380 0

Non è il titolo di un famoso film. Questa è la storia del popolo dei  senzatetto, i clochard, gli homeless, i barboni, gli invisibili , anzi,  per qualcuno fin troppo visibili. Storie di disperati.

Sono sotto gli occhi dei napoletani e di numerosi turisti in visita al Museo nazionale e alla Galleria Principe di Napoli, di giorno come di notte. Sotto i porticati antistanti alla galleria Principe di Napoli. In passato i porticati ospitavano diverse attività commerciali, ora dimora fissa per i senzatetto.  Di giorno li vedi sui marciapiedi nei pressi delle entrate della Galleria, lato via Pessina e Piazza Museo, e negli spazi interni della galleria stessa. Di notte prenotano i posti migliori lasciando i pochi effetti personali già nelle prime ore della sera. Vivono da invisibili, nell’impassibilità generale, sotto gli occhi indifferenti dei cittadini. Utilizzano i muri delle case vicine come orinatoi a cielo aperto, vivono tra i rifiuti, quella è la loro casa. Sono decine di uomini e donne, tutti con un passato “ normale” alle spalle.  La maggior parte sono extracomunitari, ma ci sono anche molti italiani, qualcuno proveniente dal nord o dalla capitale. Tutti con storie diverse da raccontare, ma nessuno ha voglia di ascoltare storie da disperati. Qualcuno parla da solo, ricorda un passato, non troppo lontano, vissuto da uomo perbene. Racconta una storia come milioni di vicende impregnate di desolazione. Come lui, sempre più persone sono costrette a vivere per strada. Ci trovi impiegati, gli anziani soli, uomini e donne che hanno vissuto l’esperienza amara dell’abbandono affettivo, dell’esclusione dal nucleo familiare, della separazione coniugale o imprenditori caduti in disgrazia. Qualcuno li definisce un pugno allo stomaco per la città. Loro non sono il problema, sono le vittime di una società, che tende a escludere chi non riesce a stare al passo con un modello di vita improntato al successo.

Antonio Iorio

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.