Giorno della Memoria, la città non dimentica

499 0

251096_2169020031968_2720512_nNAPOLI – Gli obblighi della memoria non terminano alla fine di un avvenimento, il passato insegna, il presente impara, il futuro ‘tiene sempre presente’.«La Repubblica italiana –come dal 2000 definiscono gli articoli 1 e 2 della legge 211- riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.In occasione del “Giorno della Memoria” sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere».A tal proposito, il 27 gennaio 2014 vede un fitto calendario di iniziative ed eventi organizzati a cura del Comune e della comunità ebraica di Napoli, tra cerimonie, film, convegni, eventi:Alle ore 9:30 l’Istituto ‘Fava Gioia’ ha tenuto una cerimonia in onore del piccolo Sergio De Simone, bambino ebreo napoletano morto a soli 7 anni perché vittima degli esperimenti medici nazisti; nel pomeriggio in piazza del Plebiscito ci saranno, rispettivamente, alle ore 17:30 la proiezione del film Train de Vie di Radu Mihaileanu; h 19:30 il recital del fisarmonicista Generoso Veglione; h 20:00 Mariano Rigillo leggerà, su sottofondo musicale, sette testi poetici sul tema della Shoah; in chiusura h 20.30 l’Accademia popolare di danza curerà Movimenti coreografici su Arnold Schoenberg: A Survivor from Warsaw (un sopravvissuto da Varsavia)Tante le iniziative che accompagneranno le coscienze oltre il 27 gennaio, alcune delle quali: martedì 28 presso il cinema Astra, via Mezzocannone, sarà fruibile il documentario di Britta Wauer Il silenzio di Gerda, mentre nella biblioteca comunale di Villaricca si terrà il dibattito Shoah, una pagina del Novecento da non dimenticare e la proiezione di Bambini per sempre; venerdì 31, alle ore 10:30, l’istituto napoletano Marie Curie ospita l’incontro Da Napoli ad Auschwitz. Memorie di un viaggio nell’orrore.

 

Flavia Tartaglia 

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.