Franceschini a Napoli: «Sono cresciuto a pane e Totò»

566 0

NAPOLI  – ”Sono cresciuto a pane e Totò, sono qui anche come innamorato” ha detto Dario Franceschini, ministro per i Beni culturali, a Napoli per la laurea ad honorem alla memoria in Discipline dello spettacolo a Totò, il principe della risata, conferitagli dalla Federico II, a 50 anni dalla sua scomparsa. “Da bambino era una passione di mio padre e l’ho tramandata alle mie figlie – ha affermato – perché importante è che il ricordo passi attraverso le generazioni”. “Ricordo come uno dei primi momenti dolorosi della mia vita da bambino quando arrivò la notizia della sua scomparsa e mi sembrava che non sarebbe più stato possibile vedere i suoi film, invece ho continuato a farlo per tutta la vita”.
“Oggi sono qui come innamorato del principe de Curtis, ma anche e soprattutto come ministro della Cultura – ha sottolineato – Questa iniziativa della Federico II e di Renzo Arbore è stata molto intelligente, una bella idea e mi pare giusto che ci sia anche il Governo presente”.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.