FOTONOTIZIA/ Capodanno distruttivo per l’Eva di Zîlda, un nuovo strappo al murales

553 0

IMG_6678
Lo sfregio vandalico all’opera di Zilda

NAPOLI – Non trova pace lo stencil dell’artista francese Zîlda affisso nel muro interno del cortile della basilica di Santa Chiara. A distanza di quasi un mese dall’ultimo attacco vandalico a “tinte rosse”, il capodanno 2013 per l’opera di streetart raffigurante La Tentazione di Eva sembra chiudersi in modo tragico: un ulteriore strappo ha divelto il busto centrale della figura femminile, priva ormai già da tempo del resto delle gambe.

NON TUTTA L’ARTE E’ APPREZZATA – L’albero nelle vicinanze ritrova la sua verde chioma, di contro la pellicola sottile che il writer francese aveva già replicato una volta, appassisce sotto i colpi del degrado e del vandalismo.

Mentre arrivano le figure di latta del presepe povero di Dalisi nell’aiuola accanto, un’espressione altrettanto importante di arte contemporanea “regalata” alla città di Napoli, da mani straniere, sembra invece destinata a scomparire.

 

Giovanni Postiglione

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.