Fiorentina-Napoli, match da brividi: un rigore al 93′ salva gli azzurri

591 0

di Sandro Tacinelli
CALCIO – Partita dai diversi volti, quella disputata al Franchi. Il risultato alla fine è di parità, dopo una gara intensa, per molti tratti vibrante, incerta e mai priva di emozioni. Le squadre di Sousa e Sarri onorano il calcio, riscaldano una serata fredda, combattono con grande accanimento su ogni pallone e non ci stanno a perdere. D’altronde, nessuno vuole sciupare l’opportunità di affrontare la pausa del campionato con un risultato positivo.

IL PRIMO GOL AZZURRO – Il primo affondo è del Napoli: Insigne pescato da Mertens in area, ma in fuorigioco. Insiste il Magnifico con una botta da fuori e Tatarusanu para con difficoltà. Ancora Hamsik, su appoggio di Diawara, con palla fuori. Rispondono i padroni di casa, prima con Vecino (murato da Diawara) e poi con Salcedo, il cui cross è parato da Reina. I partenopei si muovono in scioltezza. Buono il possesso palla e così la fitta rete di passaggi. Su una ripartenza, Mertens serve Callejon: botta al volo e palla che finisce di poco fuori. E’ il prologo del gol che arriva con Insigne che, da fuori area, manda la sfera nell’incrocio dei pali (inutile l’acrobazia tentata dal portiere viola). Insistono gli azzurri: il nazionale belga è fermato in area; subito dopo, per i viola, è Kalinic a mandare alto. Si infortuna Chirichies ed entra Maksimovic. Napoli ancora pericoloso e Fiorentina non sempre pronta a respingere gli attacchi da entrambi i lati.

LA RIPRESA – La ripresa si apre con Reina che anticipa Kalinic. Sull’altro fronte Mertens appoggia male verso Insigne; sulla ripartenza i padroni di casa guadagnano una punizione dal limite: batte Bernardeschi che colpisce Callejon, con palla che finisce alla spalle di Reina per l’1 a 1. La rete mette le ali agli uomini di Sousa che, prima con Chiesa, e poi con Vecino tentano senza fortuna la marcatura. Arriva la reazione del Napoli. Prima Insigne tira da fuori, poi il furetto belga batte a colpo sicuro con Oliveira che salva sulla linea. E’ un buon momento: gli azzurri segnano di nuovo. Mertens approfitta di un errore di Tomovic e deposita in rete. Il tempo di riprendere il gioco e Bernardeschi, dal limite, batte di nuovo Reina con un gran tiro nell’angolino. Tutto da rifare por gli uomini di Sarri. Ci prova Ghoulam ma Tatarusanu fa buona guardia; poi sciupa Mertens. Non così nell’area azzurra, dove Zarate (entrato da poco) finalizza al volo un bel pallone servitogli da Bernardeschi. Tifosi viola in piedi, quelli azzurri ammutoliti. Partita finita? Macché. Entra Gabbiadini per Diawara. Il Napoli non ci sta, vuole il pareggio. Restano i minuti di recupero. In area si avventa sul pallone Mertens e Salcedo lo stende: è rigore. Va alla battuta Gabbiadini: palla a fil di palo e Tatarusanu raccoglie per la terza volta il pallone.
Una sconfitta sarebbe stata ingiusta per il Napoli visti i valori in campo. Certo, qualche ingenuità poteva essere evitata, ma un pareggio a Firenze ci può stare. Ora la pausa natalizia. Nell’anno nuovo si ricomincia al San Paolo contro la Sampdoria. Il 2017 potrebbe riservare sorprese a una squadra che offre sempre un grande spettacolo.
Je sto vicino a te.
Fiorentina – Napoli 3 – 3

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.