Estate da “Ridere” al Maschio Angioino

464 0

Arrivata ormai alla 24ma edizione, quest’anno scelta come location il Cortile del Maschio Angioino, adattato in un ambiente teatrale con meticolosità e atmosfera surreale, l’estate in città evidenzia la complessa fisionomia partenopea, trasformando i luoghi in palcoscenici teatrali e invitando il cittadino e il turista a viverli pienamente. Lasciarsi avvolgersi dalle mura superbe del Maschio Angioino ,ecco la ricetta più riuscita per un’estate in città. Pochi i soldi, molte le idee e tanti i risultati vincenti.

La rassegna è inserita nel cartellone degli eventi dell’Estate a Napoli e caratteristica principale della manifestazione è che essa copre quasi tutto il mese di Agosto al 8 Settembre con 30 spettacoli serali. Come tradizione, sulla riproposta dei più grandi successi comici della stagione, in più, tante novità.

Le prime due serate, ovvero, evento inaugurale con la Grande Orchestra Russa Chaicowsky di 70 elementi e il Coro Lirico del Teatro di Craiova di 50 elementi, diretti da Leonardo Quadrini in «L’oro di Napoli» con Antonello Rondi e la partecipazione di Francesca Marini, e il Macchiettista Vittorio Marsiglia, con il suo genere particolarissimo Poetico-Canzonettistico-Comico-Musicale appare il giusto personaggio della Napoli agrodolce del nostro tempo, come lo fu Nino Taranto ai suoi, ne sono state la prova di un vero successo.

Quest’anno, il Maestro Marsiglia, ha deliziato il suo pubblico con “Chi sono, dove sono, dove vado ?”

Da precisare subito, che l’avanspettacolo, quello autentico, rivive grazie alla bravura di Vittorio Marsiglia, un artista eccezionale, capace di trasformarsi sulla scena, nei personaggi più diversi, interprete di macchiette, di canzoni, di battute davvero esilaranti. Ma soprattutto è l’unico e l’ultimo interprete delle macchiette, fiore all’occhiello di indimenticabili artisti del 900 che impone la bravura dell’artista quale macchiettista moderno, in grado di riprodurre una comicità di qualche anno fa e adattandola ai tempi nostri. Con lui ritornano le vecchie gags napoletane, dai testi comici che raccolgono situazioni comuni e quotidiane. Come “Canto malinconico”, “Arrabbiati canaglia”, “O’ Timido”, “E non sta bene”,  e così via. Un’ora e mezza di spettacolo in cui si ride sempre e in cui Marsiglia si muove,  con classe, con destrezza e con estrema disinvoltura.
Continuano gli spettacoli al Maschio Angioino –  Il 13 e il 14 agosto Gigi Savoia in «Incanto dell’anima mia-Amare donne da morire». Il 15 agosto Diego Sanchez in «No… te di Ferragosto». Benedetto Casillo sarà il gran mattatore il 16 e 17 con «Il settimo si riposò». Il 18 Antonio Ottaiano e Massimo Masiello con Francesca Marini metteranno in scena «Napoli in giacca e paglietta». Ciro Ceruti & Ciro Villano il 20 e 21 proporranno «Piccoli segreti di famiglia». Il 22 e 23 Gino Rivieccio in «Se la memoria non m’inganna» con la partecipazione straordinaria del chitarrista e compositore Antonio Onorato. Il 24 Massimo Masiello in «Tutta pe’mme». Il 25 agosto La Compagnia I Centoquindici proporrà al pubblico «Le gioie del matrimonio» è altro ancora, fino al 8 Settembre.

 

Redazione

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.