Esplosione a Portici davanti alla friggitoria gestita dal genero di Mario Merola

1749 0

 

PORTICI – Una bomba carta è esplosa la scorsa notte, in Via Benvenuto Cellini a Portici, davanti a una friggitoria – inaugurata solo il maggio scorso – gestita dal genero di Mario Merola.

La deflagrazione ha danneggiato la saracinesca, una parete dell’area interna del locale e alcune finestre di un’abitazione privata al piano superiore, infrangendo, inoltre, i vetri di alcune auto parcheggiate nei pressi.

LE REAZIONI DEI CITTADINI E DEL POPOLO DI FACEBOOK – Lo scoppio, in piena notte, ha destato gli inquilini delle case intorno. Numerosi i commenti su internet e sui social network, dove già girano immagini e riprese dell’accaduto. «È assurdo che succedano cose come questa» riportano i commenti degli utenti. «Non poter dormire perché qualcuno ha fatto esplodere una bomba sotto casa? È una lotta per la sopravvivenza!»

LE INDAGINI – A svolgere le indagini sono gli agenti del commissariato Portici-Ercolano, che in queste ore stanno eseguendo i rilievi del caso. Non si esclude la pista del racket, che sarebbe confermata dai primi accertamenti da parte delle autorità. Infatti, nonostante la gestione del locale sia nelle mani di Vincenzo Scarlato, genero di Mario Merola, la titolare dell’esercizio è una donna sposata con un pluripregiudicato considerato vicino al clan Mazzarella di San Giovanni a Teduccio.

 

Mario De Martino

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.