Da settembre il futuro di Napoli: eventi artistici e culturali; piano di riqualificazione del Sindaco De Magistris e la sua Giunta

559 0

Un mese, settembre, da sempre con la ‘vocazione’ di un gennaio, perché tutto riparte come se fosse un nuovo anno. Lunedì 2 presso la sala Giunta di Palazzo San Giacomo, settembre ha avuto inizio con bilanci ed auspici sul futuro di Napoli.

Alle ore 11.00 l’Assessore Nino Daniele, Alessandra Clemente, e l’attrice-cantante Serena Rossi hanno promosso e presentato “September More”, la programmazione culturale ed artistica che arricchirà di eventi la città ogni giorno del mese, un mese che si preannuncia degno ‘successore’ del ricco calendario artistico di questa estate, ci saranno: eventi culturali, teatrali, musicali, serate danzanti, spettacoli, feste di tradizione come Piedigrotta o la Festa di San Gennaro, manifestazioni come il Pizza Village o il Bike Festival, a far da palcoscenico alle numerose iniziative saranno luoghi come l’Orto Botanico, i Musei, l’Auditorium di Scampia, la Galleria Principe, il Maschio Angioino, Piazza Plebiscito, il Lungo Mare Caracciolo e tanto altro, “Con tutte queste bellissime proposte mi chiedevo, ma quanti giorni ha settembre? Mi sembra davvero ‘More’!”, afferma in conclusione Serena Rossi.

Se da un lato Napoli muoverà le fila del divertimento culturale ed artistico di settembre, le cose si metteranno in movimento anche per Napoli, grazie al piano di governo esposto dal Sindaco Luigi De Magistris immediatamente dopo la presentazione di ‘September More’.

Partecipazione, questione morale, lavoro, sicurezza, dignità, giovani, amore per la città, sono i valori assoluti a cuore del Sindaco e della sua Giunta che, dopo l’importante riunione tenutasi sabato presso la Mostra d’Oltremare e durata circa 15 ore, giunge in conferenza a Palazzo San Giacomo per informare la stampa, quindi i cittadini, circa i risultati di tale incontro “Il clima è stato molto positivo, è stata una riunione fondamentale perché la Giunta come è attualmente composta non aveva avuto ancora modo di confrontarsi adeguatamente… abbiamo ragionato sulle cose fatte, sulle cose da correggere e soprattutto sulle cose da fare. -afferma De Magistris- Ci siamo chiesti nell’incontro qual è la parola chiave che accomuna gli interventi di tutti gli Assessori… Sono i Giovani e i più Deboli. Bisogna innanzitutto garantire diritti e dignità a tutti perché tutti dobbiamo vivere la nostra città.”

Il primo punto dal quale ripartirà il rilancio della città, secondo le intenzioni del Sindaco e la sua Giunta, è dunque i giovani, il lavoro; poi le politiche, l’impostazione dei rapporti con le municipalità, con la regione, con il governo, i partiti, i movimenti. Dall’incontro alla mostra d’Oltremare è nata la consapevolezza non solo di rafforzare questo genere di interazioni, ma di moltiplicare soprattutto il livello di informazione, partecipazione, comunicazione con i cittadini, “Ci siamo resi conto che non sempre i cittadini riescono a comprendere i lavori che noi facciamo per la città, dobbiamo quindi comunicare, fare arrivare al cuore, alla mente, di tutti i napoletani che cosa la Giunta sta facendo, ho personalmente invitato tutti gli Assessori a stare di più tra la gente, raccontare anche gli ostacoli che abbiamo, i trabocchetti che ci vengono tesi… perché chi vuole ostacolarci lo sa, il nostro sport preferito è la corsa ad ostacoli che pratichiamo ormai da due anni”, il Primo Cittadino dichiara di essere disposto a tendere una mano pulita, trasparente, onesta, a tutti, anche a chi per 20 anni ha governato male lasciando loro l’onere di un “malato in rianimazione, questo è un passaggio importante, da non appena un anno e mezzo non si può pretendere di giudicare questa amministrazione, noi lavoriamo senza soldi da due anni, ci hanno lasciato una situazione drammatica, dateci il tempo di governare!”. De Magistris dice, dunque, ‘No’ ai compromessi morali e a chi pensa di poterne chiedere e fare, e ‘Si’ a nuovi rapporti politici, anche con chi ha massacrato la nostra città. Manifesta inoltre un chiaro messaggio a chi ancora oggi vuole proporre discariche o inceneritori nella città, “Meglio che lavori all’elezione tra tre anni di un prossimo Sindaco, perché fin quando sarò io Sindaco, se necessario anche scendendo in piazza con le mie mani e con la fascia tricolore io non consentirò a nessuno di fare discariche o impianti di incenerimento nella nostra città”. Tra gli svariati altri punti, il Sindaco discorre circa le decisioni su sicurezza stradale, enunciando il programma ricchissimo che già da ora e soprattutto nei prossimi giorni interesserà la messa a nuovo del manto stradale della nostra città i cui risultati, afferma, “Si vedranno con gli occhi e si constateranno con gli pneumatici delle macchine, delle moto, delle biciclette”, ed ancora la riqualificazione interesserà  parchi, giardini, in quanto incrementare al meglio le risorse naturali rappresenta una scelta strategica per l’ambiente, dunque raccolta differenziata, idropulitori, impianti di compostaggio, infine sorveglianza; patrimonio pubblico; trasporto pubblico, “Abbiamo salvato il trasporto pubblico, nelle prossime settimane ci sarà il raddoppio dei trasporti, la metropolitana vedrà il completamento della tratta fino a Piazza Garibaldi e il completamento dell’anello area nord della provincia di Napoli”, dichiara De Magistris; la questione casa, ed un piano forte e coeso per le nuove povertà, “Immediatamente assegneremo alloggi a chi ne ha diritto nelle graduatorie, tenderemo la mano ai veri bisognosi, abbiamo un piano per la situazione dei senza dimora, dei rom, analizzeremo caso per caso, (…) Se serve prenderemo pezzi di città e li daremo a chi veramente vuol far qualcosa per questa realtà. Sosterremo coppie che si sposano, o coppie che convivono nelle forme che ritengono, coppie di fatto, coppie civili, matrimoni religiosi, per noi tutti hanno eguale dignità.”

Un settembre, dunque, ed una città, in movimento, “Una situazione che è cominciata, i cui risultati sono visibili già da ora ma saranno molto visibili nelle prossime settimane”, promette infine Luigi De Magistris alla domanda ‘dispositivo traffico di Piazza Garibaldi’, ma più in generale rispondendo circa le iniziative ed intenzioni del suo governo.

Ad i posteri l’ardua sentenza.

 

Flavia Tartaglia

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.