CASALNUOVO/ “C’at accis ‘a salut” tutti in marcia per dire Stop al Biocidio

540 0

di Angelo Amitrano

CASALNUOVO-Venerdì è stata indetta una nuova manifestazione in cui si marcerà per alcune strade del paese. L’obiettivo è proprio quello di dire basta una volta per tutte alla Terra dei Fuochi, problema ormai fin troppo ostico.

10928542_4930374753067_507663990_nPROGRAMMA ED ORGANIZZAZIONE- La manifestazione è organizzata dai giovani del movimento C’at accis ‘a salut!, ramo locale di Stop Biocidio fondato da Gabriele Aiello, studente dell’IISS Siani, che ha organizzato un’analoga manifestazione a Pomigliano lo scorso Novembre. Come si legge nei vari comunicati stampa e note informative, hanno aderito numerose associazioni: oltre a Stop Biocidio, Coordinamento Comitati Fuochi, Noi Genitori di Tutti, Isde Medici per l’Ambiente, Unione Studenti Campania, Comitato Fuochi Casalnuovo e Pomigliano, Libera Antimafia Casalnuovo, InquiNATI di Acerra ed alcuni commercianti del paese. Aiello espone il programma: <<Partiremo alle 16.30 da Piazza Mafalda e sfileremo per alcune aree del paese sia ad alto tasso d’inquinamento, come la strada in cui si trova l’inceneritore della Comasa, sia dove abitavano le vittime morte a causa dei tumori negli ultimi anni, per queste ultime abbiamo organizzato dei flash mob come a Pomigliano.>>

OBIETTIVI E DICHIARAZIONI-  Lo studente dell’ISS Siani continua: <<Oltre a manifestare, combatteremo e grideremo la nostra rabbia affinchè la Terra dei Fuochi torni ad essere la Terra Felix di un tempo. Casalnuovo è il paese con il più alto tasso di mortalità soprattutto infantile, dobbiamo insorgere perché siamo stanchi di subire tutto ciò e di vivere in un paese desolato, abbandonato e rovinato dalla malagiustizia.>> Sempre secondo quanto riportato da note e comunicati, i cittadini hanno espresso chiare e precise richieste: gare d’appalto trasparenti, controlli per impedire i roghi, chiusura dell’inceneritore, pubblicazione dei dati ISPRA e bonifica dei territori; in particolare gli ultimi due punti sono elencati come fondamentali perchè i suddetti dati mancano da anni e la bonifica è stata richiesta ormai così tante volte da essere diventata un’utopìa. Aiello conclude dichiarando: <<Invitiamo l’intera cittadinanza a partecipare, tirarsi indietro equivale a subire quanto detto sopra. Dobbiamo continuare ad essere un fiume in piena fino a quando non cambierà nulla.>>

 

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.