CARPI-NAPOLI/ Fuori casa è flop: gli azzurri soffrono le “piccole”

465 0

di Sandro Tacinelli
CALCIO –
Gli azzurri non ripetono la bella prova effettuata contro la Lazio e dividono la posta in palio con il Carpi. L’incontro non è stato privo di emozioni e il Napoli ha dato il massimo per guadagnare qualche punto verso la vetta. Sarri schiera di nuovo Valdifiori e lascia Callejon in panchina. L’ex dell’Empoli (in ripresa) appare ancora troppo “fuori” dalla manovra e non sempre in grado di organizzare le offensive da centrocampo. La squadra così appare un tantino lenta e con un gioco a volte prevedibile. Ma c’è dell’altro. L’intesa in avanti non sempre è quella giusta, anche se quando il fraseggio è preciso la difesa dei padroni di casa vacilla e non poco. Il resto lo fa una difesa attenta che mister Castori mette su senza troppi fronzoli, con almeno un paio di “armadi” e con centrocampisti e attaccanti a dare manforte. Il primo lampo (sotto la pioggia incessante) è di Higuain.

OCCASIONI PERSE – L’argentino, ben servito da Insigne, gira al volo e la palla si perde di non molto dalla porta. Si va avanti così, con una pressione costante del Napoli, intervallata da qualche incursione di Matos e Mbakogu. Quasi allo scadere ci prova di nuovo il Pipita dopo uno scambio con Martens, ma la sfera finisce fuori. Ad inizio di ripresa il più intraprendente è Insigne; il Magnifico cerca di scardinare il bunker del Carpi con alcuni tiri dalla media distanza: non è nella serata giusta e le traiettorie non inquadrano mai la porta. Sarri allora corre ai ripari; prima entra Jorginho per Valdifiori e, in seguito, Gabbiadini per Mertens. Il Napoli ne guadagna in geometrie e soprattutto in ordine al centrocampo dove Allan recupera più di un pallone. Poi è la volta di Callejon per Hamsik.

LA DIFESA DEL CARPI – La pressione aumenta, ma la difesa del Carpi, sempre più affollata, anche se con affanno riesce a chiudere i varchi. Un’ottima occasione capita a Insigne e, subito dopo, a Gabbiadini; l’ex blucerchiato fa gridare al gol, ma la sfera finisce di poco a lato della porta di Brkic. Le ultime emozioni le regalano Callejon che mette la sfera in rete ma da posizione irregolare e Gabbiadini, poi il triplice fischio dell’arbitro Rocchi. Continua dunque la striscia positiva degli azzurri. E’ vero da Carpi ci si attenda un risultato diverso, ma la squadra ha dimostrato carattere, si è battuta anche se a volte non in maniera lucida. Sabato arriva la Juventus al San Paolo per una gara fra due squadre bisognose di recuperare punti preziosi. Sarri ha tre giorni di tempo per studiare la formazione più idonea. Serve il Napoli migliore per una partita non impossibile.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.