CAPRI/ Danneggiata la stele di Lenin, intorno al monumento le scritte ”Acab” e ”Hooligans”

761 0
ee
La stele di Lenin

CAPRI – Ancora una volta è stata vandalizzata la stele di Lenin, l’opera marmorea realizzata dallo scultore Giacomo Manzù e donata al Comune di Capri. Il monumento è presente dal 1970 su una terrazza panoramica a due passi dai celebri Giardini di Augusto. Già in passato la stele è stata oggetto di danneggiamenti. Stavolta ignoti hanno “inciso” sull’opera del Manzù, con vernice nera, scritte contro le forze dell’ordine, lasciando la firma “Acab” (acronimo di ribellione nei confronti della polizia) e disegnando un uomo con berretto indossato al contrario e spinello fumante. Altre scritte che inneggiano agli hooligans sono state disseminate con bombolette spray lungo tutta viale Matteotti, la strada che conduce ai Giardini di Augusto. La stele “Lenin a Capri” rappresenta un importante pezzo di storia dell’isola e fu realizzata in onore del rivoluzionario russo. La notizia dell’ennesimo atto vandalico ha suscitato indignazione sull’isola.

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.