Calcio, le “napoletane” in campo: pareggia la Juve Stabia, perdono Ischia, Sorrento e Arzanese

419 0

NapoletaneSerie B, Juve Stabia – Bari 1-1: Dopo tre sconfitte consecutive la Juve Stabia pareggia in casa contro il Bari per 1-1.
Comincia nel migliore dei modi la prima di Fulvio Pea al “Menti” di Castellammare: dopo neanche 2 minuti la Juve Stabia passa in vantaggio con Baraye che riceve da Sowe e dal limite dell’area piccola devia con il destro alle spalle di Guarna. Al 24’ le vespe sfiorano il colpo del K.O. con Sowe che si beve due difensori del Bari, si invola verso la porta, ma dal limite dell’area sbaglia la mira. Al 28’ i pugliesi si fanno vedere in avanti con un destro di Defendi da fuori area che sfiora il palo alla destra di Calderoni. Nel secondo tempo è di nuovo la Juve Stabia a rendersi pericolosa, con un pallonetto di Sowe da posizione defilata che, deviato da Ceppitelli, si infrange sul palo. Ma il Bari trova la forza di pareggiare al 73’ con il neo-entrato Marotta, che fa partire un tiro potente ma centrale sul quale Calderoni non riesce ad opporsi. Inguardabile, nella circostanza, il portiere delle vespe, che non riescono a reagire e tornano a casa con l‘amaro in bocca.

Lega Pro Seconda Divisione, Ischia – Melfi 1-2: Termina contro il Melfi la striscia positiva di otto gare senza sconfitte da parte dell’Ischia. Fatale l’1-2 patito in casa contro i lucani.
Gli isolani partono forte e si rendono pericolosi dopo soli 3 minuti con Masini che, su cross di Mora, non trova di poco lo specchio della porta. Ma è solo il preludio al gol perché 4 minuti più tardi i padroni di casa passano in vantaggio con Nigro, che sfrutta un errore in fase di disimpegno della difesa melfitana e batte Giordano con un gran destro dalla distanza che si infila sotto al traversa. L’Ischia continua a fare la partita, ma al 31′ il Melfi pareggia a sorpresa con Tortori, che supera Pane con un pallonetto. La reazione degli isolani non si fa attendere: prima al 37’ Alfano fa partire un tiro dalla lunga distanza che coglie la traversa, sulla palla vagante si avventa Di Nardo, che a tu per tu con Giordano non trova la porta, poi al 43′ un colpo di testa di Mattera viene salvato sulla linea da Dermaku. Nel secondo tempo il copione non cambia: l’Ischia fa la partita e il Melfi riparte in contropiede. I padroni di casa sfiorano il vantaggio in altre due occasioni, ma all’83’ arriva la beffa:  su una lunga rimessa laterale di Pinna dalla destra, Ricciardo colpisce di testa e centra il palo, sulla palla si avventa Cardinale che segna a porta vuota. L’Ischia prova a reagire, ma all’88’ Alfano spreca un’ottima occasione dopo un’uscita avventata di Giordano.
Ancora una volta l’Ischia raccoglie meno di quanto semina. Gli isolani dominano a lunghi tratti la partita, sprecando numerose occasioni da gol, e un Melfi cinico torna a casa con tre punti immeritati.

Lega Pro Seconda Divisione, Sorrento – Messina 1-3: Contro il Messina, il Sorrento incappa nell’ottava sconfitta in campionato. Allo Stadio Italia finisce 3-1 per i siciliani.
Il Messina parte fortissimo e dopo 18 minuti è già sul 2-0 grazie ai gol di Silvestri, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e Ferreira, che di sinistro finalizza un contropiede magistrale. Al 26′ i giallorossi sfiorano il 3-0 con Chiaria, che spreca tutto da ottima posizione. Dopo la mezz’ora gli ospiti lasciano sfogare il Sorrento, che però non sfrutta le occasioni concesse dal Messina. Il secondo tempo si apre con il Sorrento in avanti. Al 57′ Silvestri commette un fallo in area su Musetti, l’arbitro lo ammonisce e concede il calcio di rigore al Sorrento. Maiorino non sbaglia e riapre la partita. Il Messina torna ad attaccare e trova il terzo gol con il neo-entrato Corona che al 74’ batte Polizzi con un gran pallonetto. Il Sorrento non ha la forza di reagire e gli ospiti sfiorano il poker in almeno tre occasioni.

Lega Pro Seconda Divisione, Foggia- Arzanese 2-0: Nona sconfitta stagionale per l’Arzanese, che perde contro il Foggia secondo in classifica per 2-0.
Dopo 28 secondi il Foggia è già in vantaggio: Agostinone mette al centro un cross lungo per tutti, ma non per il defilato D’Allocco che calcia al volo di sinistro sul palo più lontano dove Fiory non può arrivarci. Al 16’ Foggia ancora vicino al gol con Leonetti che colpisce di testa, ma sfiora il palo alla sinistra di Fiory. 4 minuti più tardi Leonetti si riscatta: D’Allocco crossa al centro un pallone basso per Giglio che lascia sfilare per Leonetti che con il piatto destro piazza la sfera alle spalle di Fiory, portando il Foggia sul 2-0. Allo scadere della prima frazione arriva la prima occasione per gli ospiti, con Ausiello che a tu per tu con Narciso si lascia ipnotizzare: l’estremo difensore dei pugliesi respinge con il piede il tiro dell’attaccante campano. Il secondo tempo regala pochissime emozioni. L’Arzanese non reagisce. I rossoneri continuano a fare la partita, nonostante l’espulsione al 63’ di Venuticci, e sfiorano il 3-0 con Licata e Zizzari.

Alfredo Spedicato

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.