Calcio, le “napoletane” in campo: l’Ischia travolge il Teramo, Sorrento battuta nel derby dalla capolista, pareggiano Juve Stabia e Arzanese

404 0

1477866_674031069297932_578406899_n - CopiaSerie B, Juve Stabia – Reggina 1-1: Termina in parità lo scontro salvezza tra Juve Stabia e Reggina.
Dopo una prima parte di studio, la partita si accende al 21’, quando Djibi serve in area Di Carmine, ma la punta viene fermata da un intervento perfetto di Lucioni. Al 27’ la Reggina ci prova con Di Michele, ma il suo tiro è facile preda di Benassi. Al 30’ Zampano dribbla Barillà e Pambou e lascia partire un destro su cui Pigliacelli non si lascia trovare impreparato. L’occasione più nitida del primo tempo arriva allo scadere: Falco esplode il sinistro dal limite dell’area, ma il pallone si infrange sulla traversa.
Il secondo tempo è più piacevole, con le squadre che si allungano e trovano più spazi. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 64’, quando il neo-entrato Di Nardo sfrutta un assist di Caserta per insaccare di testa il pallone alle spalle dell’estremo difensore amaranto. La Juve Stabia sembra amministrare il vantaggio, colpendo anche una traversa al 77’ con una mezza rovesciata di Di Carmine, ma all’84’ arriva la beffa: Sbaffo, appena entrato, sfrutta un buco difensivo dei padroni di casa e insacca il apllone alle spalle di Benassi. Nel finale Di Nardo e Di Carmine provano a rimettere le cose a posto, ma senza trovare fortuna.
Al “Menti” di Castellammare finisce 1-1: Juve Stabia e Reggina si dividono la posta in palio, guadagnando un punto che in realtà non serve a nessuna delle due.

Lega Pro Seconda Divisione, Ischia – Teramo 3-0: Dopo lo stop contro la Casertana, l’Ischia si rifà con gli interessi e travolge in casa il Teramo.
Nei primi 45 minuti succede praticamente di tutto: al 7’ viene fischiato un rigore inesistente per l’Ischia per un fallo su Armeno, ma Mattera tira alto. 3 minuti più tardi l’arbitro “compensa” non fischiando un rigore sempre per l’Ischia, che questa volta c’è,  per un fallo su Scalzone. Nella stessa azione Gregorio rischia un clamoroso autogol con un colpo di testa che finisce sulla traversa. Al 15’ gli isolani riescono finalmente a trovare il vantaggio: Scalzone serve Muro che da 25 metri lascia partire un gran tiro che s’insacca nell’angolo basso alla sinistra di Serraiocco. 5 minuti più tardi arriva addirittura il raddoppio: Cunzi tira da fuori area, il portiere del Teramo sbaglia l’intervento e il pallone gli passa sotto il corpo. Al 45’ viene fischiato un altro rigore, questa volta in favore del Teramo, per un presunto fallo di Mattera che viene espulso. Bucchi non ne approfitta e tira centrale, lasciandosi parare il rigore da Mennella.
Nel secondo tempo il Teramo prova più volte a riaprire la partita, senza riuscirci. L’Ischia cala così il tris al 30’ in contropiede: Cunzi serve Trofa che fa partire un bel un bel diagonale, Serraiocco respinge e Cunzi, che aveva seguito l’azione, mette dentro a porta vuota. Per la prima volta l’Ischia segna tre gol in questo campionato. Era l’unica squadra del girone B che non c’era mai riuscita.

Lega Pro Seconda Divisione, Casertana – Sorrento 2-1: Dopo il 2-1 contro l’Ischia, la Casertana si sbarazza con lo stesso risultato anche del Sorrento, che incappa così nella terza sconfitta consecutiva.
Succede tutto nel primo tempo. Al 4’ i padroni di casa sono già in vantaggio: D’Alterio va via sull’out di destra senza che nessuno lo contrasti, cross morbido al centro per Mancino che, appostato  tra Pisani e Benci, batte l’estremo difensore ospite. Il raddoppio arriva al 21’ con un diagonale di Marano sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 9 minuti più tardi il Sorrento accorcia le distanze: Maiorino calcia dal limite, Fumagalli respinge sui piedi di Musetti, che da pochi metri non può sbagliare.
Nel secondo tempo il Sorrento prova il tutto per tutto. Il gol arriva all’89’, ma Musetti è in posizione irregolare.

Lega Pro Seconda Divisione, Chieti – Arzanese 0-0: Chieti e Arzanese si dividono la posta in palio in una partita che definire noiosa sarebbe un eufemismo.
La prima vera occasione da gol arriva al 38’ ed è per l’Arzanese: palla dentro di Improta per  Sandomenico  che al volo di destro sfiora il palo lungo della porta difesa da Gallinetta. Il secondo tempo regala qualche occasione in più, con l’Arzanese che sfiora il vantaggio con Sandomenico, Ripa e Caso, ma l’imprecisione degli attaccanti e un buon Gallinetta negano la gioia del gol ai campani.

Alfredo Spedicato

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.