CALCIO/ Il Genoa frena il Napoli, Perin fa i miracoli e la vetta sfuma

427 0

di Sandro Tacinelli
CALCIO – Con il pareggio al Ferraris di Genoa, gli azzurri rimandano l’attacco alla vetta della classifica. Il Napoli, su un campo amico per il gemellaggio fra le tifoserie, ma ostico per quanto concerne le squadre in campo non riesce a essere corsaro e lascia ai liguri un punto d’oro. I partenopei lasciano in panchina Insigne e si presentano con Mertens; mentre, gli altri reparti schierano la formazione base. Gasperini, invece, affida tutto all’esperienza difensiva di Burdisso e all’estro dell’argentino Perotti per quanto riguarda l’attacco. Parte bene il Napoli: Callejon ci prova subito, ma Perin fa buona guardia. Higuain & C. pressano abbastanza e, nel giro di pochi minuti, collezionano quattro calci d’angolo. L’incontro è abbastanza vivace, con rapidi capovolgimenti di fronte. In uno di questi, Mertens fa tutto bene, ma la palla esce fuori con il Pipita in agguato. Subito dopo l’argentino viene ostacolato in area da Burdisso, per l’arbitro il fallo rientra nella norma. La rabbia di Higuain porta il centravanti a scaricare una bordata delle sue che si perde sul fondo.

LA RIPRESA – Nella ripresa, subito il Napoli in attacco. Dopo un gol annullato a Koulybaly (ma il gioco era fermo), è ancora il Pipita a tentare la rete con un tiro dal limite che finisce alto. Sull’altro versante ci pensa Perotti ad impensierire la difesa azzurra, per fortuna senza conseguenze. Ancora al tiro Higuain, ma non è la giornata giusta. Entra Insigne per Mertens; il Magnifico offre subito una palla invitante a Callejon, ma l’azione sfuma. Entra Gabbiadini per Callejon. Ora il Napoli è ad alto tasso di… pericolosità, ma la difesa genoana conta su un organico forte e su un portiere in vena di prodezze. Palla buona per Gabbiadini che non riesce a intercettarla a pochi metri dalla porta. Anche i padroni di casa si affacciano nell’area azzurra con Figueiras, senza successo. Poi è la volta di Hamsik che sciupa una favorevole occasione su intelligente tocco di Insigne.

SOTTO TONO – Le squadre sono un tantino stanche; ma lottano con accanimento su ogni palla. Ci prova anche Insigne e Perin para senza difficoltà e così su un’uscita per allontanare un pallone destinato a Lopez, subentrato intanto a Allan. Ancora due emozioni: la prima, è targata Gabbiadini; l’ex sampdoriano batte una punizione deviata dalla barriera e Perin si esalta in volo; la seconda, allo scadere, con Insigne che chiama il portiere a una parata non facile. Divisione dei punti, dunque, in terra ligure. L’importante è continuare con la striscia positiva. In settimana l’appuntamento con l’Europa League. Per continuare a sognare non bisogna avere fretta e, soprattutto, bisogna saper aspettare le occasioni favorevoli. Certo, con la conquista della prima posizione oggi (seppur in… comproprietà), si sarebbe creato un altro clima e altra euforia. Ma bisogna aver pazienza, avere fiducia e andare avanti. La vetta può attendere. Vento di passione.

Genoa – Napoli: 0-0

 

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.