Bucarest, la tragica morte di Tullia: un minuto di silenzio all’Orientale

535 0

NAPOLI – La ragazza, napoletana dei Colli Aminei, era in Romania per un programma Erasmus. Con il suo decesso le vittime del rogo salgono a 39, numero che potrebbe ulteriormente crescere nei prossimi giorni: nel centinaio di persone ricoverate sono diversi i feriti gravi.
Tullia, appena venti anni, studentessa dell’Orientale, è deceduta durante il trasferimento all’ospedale di Rotterdam, in Olanda. Quando la Farnesina ha confermato il decesso si sono spente le speranze di una intera città, virtualmente vicina nei giorni in cui la ragazza, che aveva riportato ustioni nel 90 per cento del corpo, lottava tra la vita e la morte. «Il dolore è sordo, il dolore è muto, – scrive Mariarosaria D. M., una sua amica, su Facebook, – il dolore è sordomuto. Sordo perché ascolta solo se stesso, muto perché non ci sono parole che possano parlarne. Buon viaggio, mio raggio di sole, T.». E, dopo, l’emoticon di un fiore. Dello stesso tenore il messaggio di Francesco C., padre di una ragazza che conosceva Tullia: «Ho il cuore a pezzi, sei stata e sarai sempre una parte di noi, con tutto il nostro cuore ciao, piccola Tullia».

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.