Arsenal-Napoli, azzurri all’Emirates Stadium per la storia

404 0

Il Napoli, storicamente, con le inglesi in competizioni ufficiali ha giocato davvero troppe poche volte per tracciare un bilancio preciso o, ancora peggio, un pronostico. Con il Manchester City in Champions gli azzurri imposero il pareggio in trasferta e conquistarono i tre punti in casa. Di quella partita, però, oltre alla grande prestazione, sono rimaste nella storia le dichiarazioni di Tourè sul boato del San Paolo all’Inno Champions. In quella occasione vinse il San Paolo ed il pubblico partenopeo.

Stasera con il Napoli ci saranno almeno 5000 tifosi al seguito, nonostante i 3000 tagliandi messi a disposizione dai Gunners. Stasera, in quell’Emirates Stadium che Rafa Benitez conosce bene, il Napoli è chiamato a scrivere la storia. Senza fronzoli, senza troppo romanticismo, se è vero che il risultato non influirà sul prosieguo del cammino in Champions, così come sottolineato anche da Marek Hamsik, è altrettanto vero che una vittoria a Londra potrebbe significare, per gli azzurri, una sorta di consacrazione.

L’Arsenal di Wenger è in testa alla classifica in Premier League, da solo al comando a due punti da Liverpool e Tottenham, a tre dall’Everton e a ben quattro dal Chelsea, con cinque vittorie ed una sconfitta. Ha messo a segno 13 gol e subiti 7, con una differenza reti, però, inferiore a quella del Napoli. Gli azzurri con 14 gol fatti e soltanto 4 subiti sono nettamente in vantaggio. Ma la Champions è cosa diversa. Il confronto dei valori nei rispettivi campionati lascia il tempo che trova. La coppa dalle grandi orecchie è un qualcosa che trova fascino proprio dall’essere diversa, dal suscitare emozioni nuove e per certi versi sempre innovative.

Ed è per questo che Benitez valuta con attenzione ogni dettaglio per la sfida di questa sera. Il cruccio è nei due dubbi di formazione, dovuti agli acciacchi fisici di due dei maggiori interpreti di questo inizio di stagione. Higuain ed Albiol hanno accusato il colpo dopo la vittoria contro il Genoa e le loro condizioni saranno valutate fino all’ultimo minuto utile. Tra i pali Reina, si ritroverà davanti, molto probabilmente, Zuniga a destra ed Armero a sinistra con Albiol e Britos centrali (se lo spagnolo non dovesse farcela è in pre-allarme Cannavaro). Centrocampo affidato a Behrami ed Inler. In attacco Callejòn, Hamsik ed Insigne alle spalle di Higuain (o Pandev, a seconda delle condizioni del centravanti argentino).

Dal canto suo, neanche Wenger se la passa poi benissimo. Dovrà rinunciare a  Walcott, Cazorla, Podolski e Chamberlain. Torna invece disponibile Rosicky che partirà dal primo minuto accanto ad Ozil e Ramsey alle spalle dell’unica punta Giroud. Quartetto difensivo nel modulo speculare a quello del tecnico spagnolo affidato a Sagna, Mertesacker, Koscielny e Gibbs. In mediana l’ex Milan Flamini e Wilshere.

PROBABILI FORMAZIONI: 
Arsenal (4-2-3-1): Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Wilshere; Ramsey, Ozil, Rosicky; Giroud. A disp.: Fabianski, Vermaelen, Monreal, Jenkinson, Arteta, Miyaichi, Bendtner. Allenatore: Arsene Wenger
Napoli (4-2-3-1): Reina; Zuniga, Albiol (Cannavaro), Britos, Armero; Behrami, Inler; Callejòn, Hamsik, Insigne; Higuain (Pandev). A disp.: Rafael, Cannavaro, Mesto, Dzemaili, Mertens, Pandev, Zapata. Allenatore: Rafael Benitez

Arbitra il direttore di gara Milorad Mazic (Serbia) coadiuvato dagli assistenti Ristic e Djurdjevic e dagli arbitri di linea Grujic e Gogic. Quarto uomo Cadjenovic. – Fischio d’inizio: ore 20.45 Emirates Stadium Londra

Massimo Esposito

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.