Archie Shepp omaggia la musica napoletana al Pomigliano Jazz Festival

452 0

Passione musicale, applausi e tanto cuore napoletano venerdì 20 settembre 2013 alla serata live del Pomigliano Jazz Festival, con l’esibizione strepitosa del sassofonista americano Archie Shepp.

 

Il jazz man di New York aveva dichiarato in un’intervista, durante le prove di sessione, di essere particolarmente emozionato e desideroso di dedicare un personale omaggio alla musica napoletana. E così stato. Shepp ha mantenuto la promessa facendo sognare la platea del pubblico con Era de Maggio, introdotta dall’Orchestra di Jazz Napoletana, magistralmente diretta da Mario Raja. Il carosello napoletano della sua performance ha continuato con le note di Torna a Surriento, I stay i sto cca di Pino Daniele e la storica Canzone dei sette mariti, tratta da La Gatta Cenerentola del compositore e musicologo napoletano Roberto De Simone.

 

SHEPP E ZURZOLO. L’ONJ ha accompagnato Archie Shepp con grande maturità musicale e tra le sue fila si è distinto, “scalmanato” come sempre, il sax di Marzo Zurzolo, che ha duettato con quello dell’ospite americano in un “colloquio musicale italoamericano”. Non è la prima volta che i due artisti si incontrano e suonano insieme, e non è stata la prima volta che Shepp abbia messo piedi in terra campana. Nel settembre 2008 era stato premiato con il Premio Sassofono d’oro all’inaugurazione della rassegna Ischia Jazz festival proprio dallo stesso Zurzolo nel ruolo di direttore artistico. In quell’occasione Shepp aveva confessato un legame particolare con l’isola napoletana e l’ammirazione per le bellezze marinare.

 

GIOVANI TALENTI DEL SUD. Prima di lui, la serata del Festival era stata aperta dal Francesco Villani Trio: tra un arrangiamento del brano di Bruno Lauzi e alcune composizioni tratte dai loro album, il giovane pianista meridionale ha lanciato un importante messaggio di solidarietà alla difficile situazione lavorativa degli operai dello stabilimento Fiat di Pomigliano e ha sfidato le major produttive contro il caro prezzi dei cd jazz. Compreso il suo.

 

GREENJAZZ. Dopo le date dei concerti itineranti, la due giorni di musica jazz è tornata nel comune di Pomigliano, abbandonando la sede storica del Parco Pubblico Comunale. I palchi sono stati ospitati nel Parco delle Acque, nuova area verde rimessa in perfetta forma la scorsa estate grazie all’intervento della squadra di igiene pubblica dell’E.N.A.M. e della squadra M.I.C., con interventi finalizzati a restituire decoro agli edifici scolastici della periferia.

La XVIII edizione di quest’anno si inserisce sulla scia dei grandi eventi a carattere “ecologico”. Allestimenti, stand, pannelli e materiale di scenografia in materiale riciclabile hanno contributo alla costruzione di una struttura musicale “green jazz” all’insegna del rispetto ambientale.

 

Giovanni Postiglione

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.

Note: Your password will be generated automatically and sent to your email address.

Forgot Your Password?

Enter your email address and we'll send you a link you can use to pick a new password.