Al via Vinalia 2019, la XXVI edizione della rassegna enogastronomica: fitto programma di eventi

719 0

Domani prende il via la XXVI edizione di Vinalia, rassegna enogastronomica in programma fino al 10 agosto a Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento. L’appuntamento è per le ore 18 nell’Ave Gratia Plena. Dopo il taglio del nastro, la presentazione dell’iniziativa con gli interventi di: Ildo Romano (Presidente del Circolo Viticoltori guardiesi), Titina Pigna (Responsabile del Comitato Vinalia), Floriano Panza (Sindaco di Guardia Sanframondi), Lorenzo Urbano (Presidente del Gal Titerno), Giuseppe Leone (Direttore Artistico di VinArte) e Domizio Pigna (Presidente de La Guardiense).

Tema di questa edizione è “Canto della durata”, un invito a dedicarsi sempre all’arte di far durare le cose e indicato insieme a un comandamento generazionale: “ricordati che l’inizio è esaltante ma la durata è da costruire”.

I tantissimi appassionati e cultori di enogastronomia, che da anni in numero crescente animano l’allettante “Percorso del Gusto”, oltre ai vini di ben dodici cantine, possono degustare anche formaggi, salumi, taralli e prodotti della canapa, in un “viaggio” nel centro storico di origine medievale fitto di angoli incantevoli e dove trovano spazio altre bontà, come i rinomati rustici, i panini gourmet, la cucina Vinalia, le torte contorte, oppure i sapienti cocktail di spumanti sanniti di Fabulae (nel giardino del castello) o ancora i preparati di Amnesia vineria-cioccolateria e le degustazioni a cura del Consorzio di Tutela Vini Sannio Dop (ore 20-24, Camera del lavoro di Corso Umberto,119). Insomma, un’offerta di qualità e, soprattutto, ad ampio spettro.

Per lo show cooking (previsto tutte le sere dalle ore 20,30 nel piazzale del castello medievale) domani tocca allo chef: Biagio Federico (kilometro_32) con un menu che comprende: Antipasto – Focaccina con farina macinata a pietra e lievito madre con ricotta di bufala mantecata all’erba cipollina, cosciotto di maialino casertano marinato alla birra artigianale e menta glaciale, estratto di anguria e tisana fredda zenzero e cannella; Primo – Mezzelune ripiene di genovese di marchigiana su fonduta di Grottone stagionato, datterini leggermente arrostiti e pesto di rucola; Secondo – Lingotto di coppa di maialino casertano cotto a bassa temperatura su crema di rapa rossa, nappato alla vellutata di porcini, maionese di fiori di zucca, peperoncino di fiume glassato al caramello salato; Dessert – Il mio bignè-tiramisù con spugna al prezzemolo. Tutti i piatti sono abbinati ai vini de La Guardiense. (Prenotazioni al 347 8910774).

Lunedì, invece, alle ore 19,30 nel giardino del castello, è in programma “La poesia in un calice” a cura dell’Associazione Donne alla Difesa della Dieta Mediterranea, per la presentazione di Pina Peda’ (Presidente dell’associazione) e il coordinamento di Silvana Falato (socia del sodalizio), con le poetesse Grazia Luongo, Anna Mazzoni, Anna Maria Parente che propongono “Ode al vino” di Pablo Neruda, con l’accompagnamento musicale di Giampaolo Vicerè alla fisarmonica.

Sempre lunedì, invece, lo show cooking vede ai… fornelli: Nino Cannavale, Pietro Parisi e Le Viticoltrici Chef de La Guardiense con questo menu: Antipasto – Cuore di mozzarella di bufala DOP, Crostini con Tartufo dell’Azienda Urbani Tartufi, Ricotta di fuscella con confettura di mela annurca bio Coop. NCO, Verdure bio della Coop. NCO; Primo – Pasta e ammore (Chef Nino Cannavale), Terra mia (Chef Pietro Parisi); Secondo – Panzetta “chiena” con patate (Le Viticoltrici Chef de La Guardiense); Dolce – Raffaele Ferraioli – Hosteria di Bacco (Furore) presenta “Amore Furitano” dedicato ad Anna Magnani e Roberto Rossellini, prodotto dalla Coop. DAVAR, “Passione” Tortino alla falanghina de La Guardiense, prodotto dalla Coop. ICare della Diocesi di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti. (Prenotazioni al 347 8910774).

Nello stesso ambito sarà presentato il libro “La Cina è lontana?” di Salvatore di Vilio.

Per quanto concerne le Degustazioni professionali guidate a cura dell’Ais, in programma dalle ore 22 nei locali di Terre major (di fronte la chiesa dell’Ave Gratia Plena); esse riguardano: domani, Cantina Morone e Masseria Vigne Vecchie e, lunedì, Azienda Agricola Scompiglio e Vigne Storte. (Prenotazioni al 348 8134129).

Quindi, tantissimo per i palati, ma c’è tanto anche per gli occhi. Vinalia, come tradizione, è anche Arte. Nel borgo degli artisti c’è VinArte, rassegna diretta dal Maestro Giuseppe Leone, con opere realizzate da Vishka, Amir Sabet Azar, Constantin Migliorini di Jorit (fiore all’occhiello di Vinalia 2019), Mariano Goglia, Carmine Maffei e dei fotografi Anna Rosati, Francesco Cardone, Francesco Ciotola, Natalino Russo, Mariagrazia Pigna, Pasquale Di Cosmo e Francesco Garofano.

Sempre nella giornata di lunedì cresce l’attesa per l’avvio di Vinalia Kids (ore 17,30 nel giardino del castello), il percorso sensoriale dedicato ai bambini “NutriArte… L’Arte di nutrirsi”, un laboratorio a cura dell’Associazione Donne alla Difesa della Dieta Mediterranea.

Per il Live fest, con appuntamenti dalle ore 22, domani in Piazza Mercato tocca ai Suoni Antichi I Bottari di Macerata Campania e lunedì agli Anta Banda e Dj-set a cura di Niky Pacelli e Luigi Patierno Pj Voice; mentre, in Piazza Fabio Golino, domani si esibiscono gli Heads or Tails e, lunedì, La Grange trio + Emilio Silva Bedmar. Per tutte le informazioni visitare il sito internet www.vinalia.it, il profilo facebook Vinalia, oppure telefonare al 345 0457090.

Commenti

commenti

Redazione

VivoNapoli, la testata giornalistica che ha l’ambizione di diventare un interlocutore importante, capace di lanciare proposte e idee per contribuire allo sviluppo di tutto il territorio napoletano. Ogni giorno costanti aggiornamenti su fatti di cronaca e politica, ma anche approfondimenti e curiosità che riguardano il mondo dello spettacolo e della cultura.