Dal centro antico alla Sanità, tra sacro e profano

134 0

Sabato 29 maggio alle ore 10 a Piazza San Gaetano

Partiremo da Piazza San Gaetano, l’antica agorà e poi foro di Neapolis, per raggiungere il decumano superiore, l’Anticaglia.Lì si trovavano, in epoca flavia, i teatri della città romana, e si racconta che Nerone, durante un suo spettacolo, costrinse gli spettatori a restare seduti ai loro posti, nonostante il terremoto in corso.Attraverseremo poi Vico Limoncello (già Vico Spogliamorti), per arrivare alla Porta San Gennaro, e infine nel Borgo dei Vergini. Le opere di street art di Bosoletti, di Nafir e di altri artisti iraniani, il murales di Maradona e quello dedicato alle tradizioni napoletane di Antonio Cotecchia, Palazzo dello Spagnuolo e Palazzo Sanfelice, e tante altre particolarità napoletane vi aspettano in questo tour. Dopo la visita della chiesa di Santa Maria della Sanità, meglio conosciuta dai napoletani come la Chiesa di San Becienzo, o anche chiesa del Monacone, in onore di San Vincenzo Ferrer, scopriremo dove si trovano la “casa di Totò” e il vicolo della cultura.
POSTI LIMITATI

INFO E PRENOTAZIONI
L’itinerario si svolgerà sabato 29 maggio alle ore 10, prenotazione obbligatoria entro venerdì 28 maggio alle ore 13.
La visita si svolgerà con un minimo e un massimo di partecipanti, nel rispetto delle norme anti-contagio.
Per prenotare, inviare un SMS o un whatsapp al numero 3492949722 oppure una mail all’indirizzo erika83e@gmail.com indicando numero di persone e recapito telefonico.
Contributo richiesto per la visita guidata: 10 euro a persona
Appuntamento in piazza San Gaetano, sabato 29 maggio alle ore 10.

Mascherina obbligatoria. Per assicurare il distanziamento, i posti sono limitati.
Link dell’evento:https://fb.me/e/1AuDh5emg

Commenti

commenti