CampaniaRestart: Il turismo riparte da Napoli  

303 0

Infoturismonapoli – l’Associazione fondata dai ragazzi di Scampia con il patrocinio del Comune di Napoli e della Regione Campania – è pronta a guidare la fase 2 per la ripresa del turismo in Campania. #CampaniaRestart è il nome dell’iniziativa di rilancio del territorio orientata al turista che prevede il supporto ad ampio respiro,  attraverso tutti i canali possibili a: ristoratori, albergatori, tour operator e musei – il Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, il primo a dare il via.

Quello turistico, infatti, è tra i settori maggiormente colpiti dal coronavirus a livello economico. Sono proprio le località legate ai mesi di punta estivi tra cui Ischia, Capri, Positano, Sorrento in Campania, ad essere penalizzate. Gli hotel a 3 e 4 stelle hanno perso finora un fatturato di circa 2,5 miliardi, mentre si prevede un calo di quasi 20 miliardi di euro nel 2020 rispetto al livello del 2019 e solo nel 2018 il comparto turistico incideva per il 13,2% del PIL nazionale, pari ad un valore economico di 232,2 miliardi di euro.

 “Nonostante lo strumento a sostegno introdotto dal Governo sia molto valido, credo che rappresenti ancora una goccia nel mare, soprattutto per la Campania, una regione che, più di ogni altra, vive di turismo” – afferma  Fabrizio Ara, Presidente dell’Associazione Infoturismonapoli.

 Secondo il nuovo decreto potranno ottenere il bonus vacanze i nuclei familiari con Isee fino a 40.000 euro e l’importo è modulato a seconda della numerosità del nucleo familiare: 500 euro per nucleo composto da 3 o più soggetti; 300 da 2 soggetti; 150 da un soggetto. Il contributo potrà essere speso dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 e nell’80% come sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura, nel restante 20% come detrazione dall’imposta sul reddito.

 “In questo contesto #CampaniaRestart si inserisce per dare un aiuto in più”  – prosegue Ara – “Infoturismo vuole agevolare la ripresa turistica nella terra delle Sirene dando modo a tutti di partecipare a una call-to-action virale. #CampaniaRestart è il messaggio che in questi giorni dobbiamo trasmettere: divulghiamo questo hashtag, facciamolo nostro, per far ripartire il turismo da Napoli e dalla Campania, che conta un patrimonio ampelografico semplicemente straordinario formato e conservato in quasi tre millenni, grazie alla sua fondamentale  posizione strategica al centro del Mediterraneo.”

 Tre le numerose iniziative ci sarà la collaborazione social con Un Blogger per l’Italia e l’introduzione di una tourist-card che comprenderà: vari tour delle isole e della Costiera Amalfitana, biketour, vespatour, spettacoli di musica dal vivo, showcooking, sconti sulle strutture ricettive, visite guidate e avrà validità di un anno. #CampaniaRestart vuole rilanciare la bellezza e la potenza del territorio campano fatto di scorci  e di emozioni indimenticabili, prima fra tutti il profumo inebriante dei limoni della Penisola Sorrentina.

 “Mai come in questo momento storico Associazione InfoturismoNapoli con #CampaniaRestART vuole dare un messaggio di vicinanza ai turisti e di riconoscenza a tutti gli albergatori, ristoratori, artisti che si troveranno in prima persona a fronteggiare la difficile, ma non impossibile, ripresa” conclude Fabrizio Ara, Presidente di Infotusimonapoli.

WHENEVER WHEREVER FOREVER CAMPANIA RESTART

 

“Che cosa sperate di trovare a Londra, a Parigi, a Vienna? Vi troverete Napoli.  È il destino dell’Europa di diventare Napoli.“

(Curzio Malaparte, libro “La pelle”)

 

 Infoturismonapoli è un’associazione senza scopo di lucro, fondata dai ragazzi di Scampia, con l’obiettivo di promuovere il territorio e di migliorare l’accoglienza dei turisti attraverso la comunicazione di informazioni di carattere culturale, trasporti e iniziative enogastronomiche. I ragazzi di Scampia hanno sempre creduto fortemente nella propria terra, nello sviluppo e nella valorizzazione del settore turistico denominato punto cardine dell’economia locale. Presidente dell’Associazione è Fabrizio Ara. Sede: via San Giuseppe dei Nudi 82, Napoli.

Commenti

commenti