Emergenza Coronavirus, Comune di Napoli e rete sociale per i più deboli

297 0
“Siamo al lavoro h24 – spiega l’Assessore alle Politiche Sociali Monica Buonanno- per cercare di garantire le migliori condizioni a tutti i nostri cittadini in una fase così delicata, soprattutto quelli più fragili. Non è semplice e sappiamo che c’è ancora molto da fare, ma questa è una battaglia che vinceremo insieme: oltre a quanto promosso direttamente dall’Amministrazione, contiamo sul supporto del Centro Servizi Volontariato di Napoli, della rete del terzo settore, della Prefettura, della Caritas, della Croce Rossa, della Comunità di S. Egidio. Tutti insieme, una mano tesa verso l’altro, per contrastare l’emergenza umanitaria e sociale di queste ore ed essere accanto ai cittadini”.
✅ Sono regolarmente attivi i servizi dei Centri servizi sociali territoriali, cui sono aggiunti gli interventi straordinari degli operatori di Napoli Servizi e azioni di aiuto psicologico e antipanico.

✅ Con delibera 83/2020 è stata prevista autorizzazione per personale sanitario, medico, giornalisti, psicologi, assistenti sociali, volontari, dipendenti comunali e quanti lavorano in questi giorni a poter sostare liberamente negli stalli di sosta;

✅ CENTRALE OPERATIVA SOCIALE appaltata a Gesco Sociale: Estensione dell’orario h24 tutti i giorni per i servizi di
– Front office telefonico;
– Gestione delle Emergenze Sociali;
– Telesoccorso;

✅ Consegnati pacchi alimentari, attraverso il canale della della Caritas, donati al Comune da Eccellenze Campane, Flor do cafè, Ciro Amodio e Sole365.

✅ SENZA DIMORA
– Unità di strada attive 24h per sostegno, accoglienza e mediazione;
– Centro di Prima Accoglienza (Ex dormitorio pubblico) ampliato orario di accoglienza e a breve attivo h24;
– Visite mediche settimanali per gli ospiti del dormitorio organizzate da medici volontari;
– Donate da Armena Sviluppo SpA, dalla Comunità Cinese e dalla associazione Artur oltre 500 DPI per ospiti ed operatori del dormitorio, oltre a numerosi flaconi di materiale igienizzante e guanti;
– Centri convenzionati di prima accoglienza (La Palma e La Tenda) attivi;
– Stazioni delle metro Municipio e Museo aperte di notte fino al 30.04 con utilizzo dei servizi igienici;
– Attivi i Servizi Igienici di via Tanucci: le docce sono state sospese dall’Autorità Sanitaria in quanto il vapore è veicolo di possibile contagio, ma vi è la possibilità di utilizzare i bagni;
– Interlocuzione attiva con Prefettura e Protezione Civile per l’individuazione di centri di accoglienza straordinari;
– Effettuati sopralluoghi a due caserme individuate grazie al confronto continuo con la Prefettura di Napoli;
– Attivazione delle procedure per montaggio tenda con operatori della croce rossa per il rilievo della temperatura ai senza dimora che prendono il pasto alla mensa;
– Abbiamo finanziato con FEAD l’acquisto extra di kit per l’igiene personale;
– Abbiamo sostenuto le mense con operatori volontari, cibo, mascherine e gel;
– Abbiamo attivato una relazione con Banco Alimentare richiedendo una fornitura per 2.000 persone;
– Attivi i servizi di distribuzione pasti e mense.

✅ ANZIANI E DISABILI
– Presidio delle 10 Agenzie di Cittadinanza gestite da CSV e Comune di Napoli (1 per municipalità) per supporto telefonico, spesa alimentare e farmaceutica a domicilio;
– Apertura ufficio contrassegni H ma prorogati di quattro mesi i permessi in scadenza fino al 30 aprile, sia temporanei che permanenti;
– Potenziamento delle attività di volontariato sui territori attraverso la realizzazione della piattaforma InsiemeMaiSoli, per spesa alimentare, farmaceutica, ascolto, supporto e servizi al cittadino;
– Consegnate scorte alimentari, mascherine, guanti e flaconi di materiale igienizzante alla Casa Comunale per Anziani Signoriello;
– Operatori ADSA e Osa della NapoliServizi a disposizione per spesa, assistenza, aiuto;

✅ DPI: Pubblicata Manifestazione per la realizzazione di mascherine di protezione individuale da parte delle aziende tessili, da distribuire agli operatori sociali e ai cittadini.

✅  Volontari: ampliato il bacino dei volontari, con l’ausilio del CSV di Napoli; garantiti per loro saltafila ai supermercati e alle farmacie per consentire consegne più celeri.

Commenti

commenti